Un centro di ricerca dell’Istituto italiano di tecnologia da 6 mila metri quadri, destinato al lavoro di circa 300 ricercatori e che prevede un investimento da 15 milioni di euro. Si tratta del Center for Human Technologies che nascerà al Parco scientifico e tecnologico degli Erzelli, in base all’accordo di programma tra ministero dello Sviluppo Economico, Invitalia, Regione Liguria, Filse, Comune di Genova, Iit e Università di Genova, approvato oggi dalla giunta della Regione Liguria.

Il centro opererà in tre aree tematiche: allungamento della vita, nuovo welfare per anziani e non normodotati, computazione interdisciplinare nel settore delle scienze della vita. La missione del centro è quella di sviluppare nuove tecnologie per migliorare la vita dell’uomo durante le sue diverse fasi di vita: i pilastri su cui si baserà il lavoro dell’Iit, e su cui ha già raggiunto un importante posizionamento internazionale, sono screening predittivo ad altissima sensibilità e bassissimo costo, miglioramento della chirurgia, supporto agli anziani, screening dell’ambiente, del cibo e della sicurezza. L’investimento, 15 milioni di euro, proviene da risorse del ministero dello Sviluppo Economico assegnate alla Regione Liguria e che si aggiungono a quelle di Iit, circa 10 milioni, per l’installazione di strumentazioni e attrezzature scientifiche.

A fianco al centro per le  tecnologie umane, sarà realizzato, da Invitalia in collaborazione con Regione Liguria e Filse, un incubatore tecnologico altamente specializzato che sarà dotato di un’infrastruttura tecnologica dedicata al sostegno di start up nel settore delle scienze della vita, per un investimento complessivo di 4,5 milioni di euro. L’incubatore sarà quindi in grado di fornire servizi alle start up nella loro prima fase di avvio, non solo in termini di accompagnamento e di supporto finanziario, ma anche di infrastrutture tecnologiche per le fasi di test, e di pre industrializzazione dei prodotti, in grado di garantire maggiori chance e tempi più stretti per l’affermazione sul mercato. «L’insediamento del Centro sulla collina degli Erzelli – spiega l’assessore regionale allo Sviluppo economico Renzo Guccinelli – è un fatto di straordinaria importanza per il Parco scientifico e tecnologico e crediamo possa rappresentare, oltre che una grande operazione sotto il profilo della ricerca e dell’innovazione per la nostra regione, anche un elemento di attrattività per nuovi insediamenti scientifici e produttivi».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.