«Il turismo è una voce strategica della filiera economica della nostra città, una realtà che non va incontro a rischi di delocalizzazione e che, in un’ottica di sviluppo, può giocare un ruolo primario nel futuro di Genova». Così Alfonso Gioia, capogruppo dell’UdC in Comune a Genova, che ha presentato in consiglio una mozione, approvata all’unanimità, sulla destinazione della tassa di soggiorno di chi alloggia nelle strutture alberghiere genovesi.
«La giurisprudenza e alcune sentenze dei Tar a livello nazionale lasciano un ampio margine di manovra per l’impiego da parte dei Comuni dei proventi di questa imposta – spiega Gioia – è positivo l’impegno assunto dalla giunta di continuare a destinare le risorse che derivano dalla tassa di soggiorno alla promozione della città anche attraverso la realizzazione o il potenziamento di ulteriori servizi dedicati all’accoglienza. Le percentuali di crescita sia negli arrivi soprattutto di stranieri (+ 6,8% nel 2014) e di presenze anche di italiani (+ 6,51%), nonostante i due mesi “neri” delle alluvioni, ci fanno ben sperare sulla via imboccata dalla città in tema di attrattività turistica. Pertanto riteniamo indispensabile che si continui a investire tutte le risorse possibili, attraverso una condivisione con le associazioni di categoria coinvolte nei processi di promozione. Il turismo è una carta vincente per l’occupazione e l’economia della nostra città: agganciare i grandi eventi alle porte, dall’Expo 2015 al Giro d’Italia, per trasformarle in una vetrina delle nostre bellezze artistiche e paesaggistiche può rappresentare la chiave di volta per la crescita della nostra città».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.