Domenica prossima si deciderà il candidato del centrosinistra alle Regionali 2015. Le primarie si svolgeranno dalle 8 alle 20. Qui l’elenco dei seggi.

Possono votare tutti i titolari del diritto attivo di voto per le elezioni regionali. All’atto del voto devono sottoscrivere le “linee guida del centrosinistra per la Liguria” e accettare di essere iscritti nell’Albo pubblico degli elettori del centrosinistra.

Per essere ammessi al voto occorre esibire al seggio un documento d’identità e la propria tessera elettorale e versare un contributo di 2 euro.

Ogni elettore può votare soltanto nel seggio corrispondente alla propria residenza.

Sono ammessi anche chi ha compiuto 16 anni (occorre mostrare la carta d’identità) e gli immigrati residenti regolarmente in Liguria (devono portare il permesso di soggiorno).

Gli studenti e i lavoratori fuori sede, purché residenti in Liguria, possono votare in un Comune diverso da quello di residenza, previa richiesta entro venerdì 9 gennaio alle commissioni provinciali per le Primarie (Imperia, Savona, Genova, Chiavari e La Spezia) della provincia in cui si intende votare.

Si vota tracciando una croce sul nome del candidato/a Presidente.

 

I candidati

Sergio Gaetano Cofferati è nato a Sesto ed Uniti il 30 gennaio 1948. Attualmente è membro del Parlamento europeo per il Partito Democratico. Da impiegato alla Pirelli di Milano ha scalato tutta la Cgil per diventare prima segretario generale Filcea nel 1988, poi segretario generale Cgil nel 1994. Il suo mandato termina nel 2002, ma nel 2004 torna a vestire una carica pubblica diventando sindaco di Bologna. Dal 2007 è uno dei 45 membri del Comitato nazionale per il Pd. Non si ricandida per il secondo mandato dal sindaco, ma viene scelto dal partito come capolista per la Circoscrizione Nord-ovest alle Elezioni europee nel 2009. Viene eletto e continua a occuparsi di lavoro. Nel maggio 2014 viene rieletto parlamentare europeo sempre per il Pd.

Raffaella Paita è nata alla Spezia il 23 novembre 1974. È sposata con Luigi Merlo, attuale presidente dell’Autorità portuale genovese. Giornalista pubblicista, nei primi anni Novanta diventa segretaria provinciale e poi regionale della Sinistra giovanile, dal 1997 al 2002 è capogruppo del Pds del consiglio comunale della Spezia, e dal 2002 al 2007 capo di gabinetto del sindaco della Spezia, Giorgio Pagano. Nel 2007 è assessore con deleghe alla Spezia città di mare, progetti strategici della linea di costa, pianificazione strategica, riordino delle società partecipate e del sistema culturale, organizzazione del comune, tempi e orari della città, comunicazione, progetti di e-government, cooperazione internazionale nella giunta Federici. Dal 2010 è consigliere regionale della Liguria, diventando assessore alle Infrastrutture. Dal 2011 si occupa anche di riorganizzazione amministrativa degli enti locali, del riordino delle Province. Nel 2013 entra nella direzione nazionale del Pd. Nel 2014 acquisisce anche le deleghe ai Rifiuti e Protezione Civile.

Massimiliano Tovo ha 43 anni, è laureato in lettere moderne. Dal 2000 al 2003 collabora per la pagina della cultura con “Il Giornale d’Italia”. Dal marzo 2004 al gennaio 2005 scrive sulle pagine del quotidiano “la Discussione”. Consulente in comunicazione e collaboratore di diversi progetti editoriali, si è anche occupato di turismo. Nel 1994 aderice al Centro Cristiano Democratico di Pier Ferdinando Casini, confluito poi nell’Udc, Unione democratici cristiani e di centro. Dal 1996 al 2004 è segretario regionale dei Giovani Ccd Liguria; dal 1997 al 2000 è responsabile del dipartimento nazionale alla Cultura; dal 2000 al novembre 2003 è vicesegretario nazionale del movimento giovanile del Ccd. Dal 2005 al 2006 è commissario regionale del movimento giovanile Udc Liguria. A settembre 2006 Lorenzo Cesa lo nomina commissario nazionale del movimento giovanile Udc, incarico che ricopre sino all’inizio del 2009. Nel 2004 entra nel consiglio comunale a Sant’Olcese, un anno dopo è anche nel consiglio della Comunità dell’Alta Val Polcevera, di cui assume la presidenza della commissione consultiva per le politiche agricole e forestali. È stato funzionario presso il Gruppo regionale dell’Udc, e in questo ruolo ha prestato consulenza per la stesura di varie proposte di leggi regionali in materia di infanzia, cultura, sport, turismo, agricoltura, politiche forestali, promozione e difesa dell’entroterra. È regional manager per la Liguria nella squadra di Beau Toksich per la vicepresidenza del Consiglio europeo (2009). Sempre nel 2009 diventa assessore a Sant’Olcese con deleghe ai Trasporti, al commercio, alla cultura e turismo, politiche giovanili e relazioni esterne. Nel 2011 viene eletto segretario dell’Udc di Genova, incarico che ha ricoperto sino al 20 novembre 2014 quando si è dimesso anche dallo stesso Partito che aveva contribuito a fondare. Oggi è segretario regionale del Centro Democratico di Tabacci.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.