Un fondino da 10 milioni di euro per favorire procedure di esodo anticipato e di mobilità del personale dipendente delle aziende di trasporto pubblico su gomma. Si tratta di un emendamento alla Legge Finanziaria che la giunta regionale della Liguria ha deciso di presentare e che dovrà essere approvato dal consiglio la prossima settimana, per una maggiore efficienza del sistema,  in vista della gara per il bacino unico prevista entro marzo dell’anno prossimo. Lo hanno proposto gli assessori regionali alle Infrastrutture, Trasporti e Bilancio Raffaella Paita, Enrico Vesco, e Pippo Rossetti come argomento di giunta. I finanziamenti sono stati individuati a valere sulle risorse previste per il Tpl e potranno essere concessi a fronte della dimostrata riduzione dei costi del personale o dell’incremento del servizio offerto. «Si tratta di un impegno che la Regione si era assunta – spiega Vesco – per il miglior funzionamento del sistema nell’ambito del lavoro portato avanti con la legge di riforma del Tpl del novembre 2013 e di riorganizzazione del sistema di trasporto pubblico regionale e locale  per arrivare alla gara  sul bacino unico regionale e garantire la sostenibilità economica e finanziaria delle aziende».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.