Un tuffo nella salute: è questo il nome del progetto approvato oggi dalla giunta regionale su proposta degli assessori alla Salute e allo Sport Claudio Montaldo e Matteo Rossi per migliorare la salute delle persone con più di 60 anni, affette da patologie cardiache. L’iniziativa, finanziata dalla Regione Liguria con 10 mila euro, è stata predisposta da Uisp, l’Unione italiana sport per tutti, e dalla Asl 3 genovese e si rivolge a cento soggetti individuati dalla struttura di cardiologia della Asl 3 che dovranno svolgere attività natatoria per sei mesi due volte la settimana. I soggetti coinvolti verranno monitorati all’inizio dell’attività sportiva e alla fine per misurare i benefici. «Diversi studi – spiega Montaldo – hanno dimostrato quanto l’esercizio fisico sia importante per ridurre al minimo le situazioni dannose per la salute. In particolare l’esercizio fisico in soggetti anziani migliora lo stato di benessere, la qualità della vita e riduce i fattori di rischio e in questo caso, con soggetti cardiopatici, contribuisce a mantenere inalterate le loro condizioni psico-fisiche». I soggetti individuati potranno nuotare nelle piscine di Prà e del Lago Figoj. «Al termine di questa prima sperimentazione – sottolinea Rossi – amplieremo a livello regionale l’iniziativa, in un’ottica anche di mantenimento dei malati cronici in condizioni di vita buone».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.