Bpce ancora cauta sulla decisione di partecipare all’aumento di capitale di Banca Carige, dopo la bocciatura dell’istituto di credito agli stress test della Bce. L’azionista francese, che detiene il 9,9% delle azioni di Carige e un valore di libro di 100 milioni di euro, attende i dettagli dell’operazione dal cda (nello specifico, importo esatto e condizioni dell’aumento, parzialmente garantito da Mediobanca fino a 650 milioni), ma non solo. La Banca centrale europea non ha ancora approvato il piano presentato da Carige: solo dopo il via libera della Bce, l’istituto genovese potrà avviare l’operazione, insieme alla vendita di Creditis e di quella, possibile, di Banca Cesare Ponti.
Altro rialzo in borsa, nel frattempo, per Carige, che ieri sera ha chiuso a +6,6%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.