“Le api e i cambiamenti climatici: cosa sta succedendo?”, è il titolo del convegno in programma domenica 23 novembre a Campo Ligure che conclude il concorso Mieli dei parchi della Liguria, rivolto agli apicoltori che operano nelle aree protette. Nato con l’obiettivo di promuovere e valorizzare il miele ligure e accrescerne la qualità attraverso la verifica della caratteristiche chimico-fisiche e organolettiche, il concorso, istituito per la prima volta nel 1999 proprio nel Parco del Beigua, è frutto oggi di una positiva collaborazione fra la Regione Liguria ed i Parchi naturali regionali.
L’edizione 2014 vede nuovamente il Parco del Beigua capofila dell’iniziativa alla quale partecipano altre sei aree protette: oltre al Beigua sono coinvolti i territori dei parchi naturali regionali delle Alpi Liguri, dell’Antola, dell’Aveto, di Montemarcello-Magra, di Portofino e del parco nazionale delle Cinque Terre.
Il convegno è in programma a partire dalle 9.30 nell’auditorium di via Convento 4 (ex sede della Comunità Montana).
Quattro le relazioni a invito previste: cambiamenti climatici: ripercussioni per l’apicoltura (Claudio Porrini, dipartimento di Scienze agrarie, Università di Bologna), malattie e parassitosi delle api: cure e rimedi (Roberto Barbero, Aspromiele Piemonte), la vespa velutina: il suo inserimento sul territorio e relativi pericoli per l’apicoltura (Marco Porporato, dipartimento di Scienze agrarie, Forestali e alimentari, Università di Torino), aggiornamenti sulle politiche regionali in materia di apicoltura (Franco Formigoni ed Enrico Canale, dipartimento Agricoltura Regione Liguria).

Al termine del convegno verranno premiati i migliori produttori che hanno partecipato all’edizione 2014 del concorso. Sui 120 campioni presentati da 70 produttori che operano all’interno delle aree protette liguri, saranno premiati 82 mieli.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.