Il Comune di Chiavari impegnerà dal proprio bilancio, prima dell’assestamento che verrà fatto entro fine novembre, tutte le somme che ha potuto reperire nell’ambito dei vari capitoli di spesa: si tratta di circa 600 mila euro che serviranno per ripristinare immediatamente, attraverso lavori pubblici urgenti, i danni più gravi derivati dall’alluvione del 10 e 11 novembre.

Per poter reperire tale cifra, da questo momento alla fine dell’anno saranno sospesi tutti i finanziamenti e le erogazioni per manifestazioni ludiche, comprese quelle natalizie e di capodanno, eccezion fatta per l’illuminazione natalizia, con luminarie già installate, la cui spesa è in parte a carico del Civ e dei commercianti, in parte del Comune.

Il conguaglio della Tari, unica tassa comunale che ancora si sarebbe dovuta pagare entro fine dicembre, potrà essere versato entro il 31 gennaio 2015; pertanto i cittadini avranno un mese in più di tempo per provvedere al pagamento. «Purtroppo non è possibile per il comune fare dilazione delle tasse che invece dipendono dallo Stato, la cui disciplina è soggetta a leggi nazionali e non da normative comunali – dichiara il sindaco di Chiavari Roberto Levaggi – data la gravità della situazione, insieme agli altri sindaci del comprensorio, abbiamo scritto una lettera al ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan affinché possa prorogare le prossime scadenze dei versamenti e degli adempimenti tributari per tutti i Comuni colpiti del Tigullio e dell’entroterra».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.