Nuova possibilità di spesa per i Comuni e le Province liguri. Con la regionalizzazione del patto di stabilità la Regione Liguria autorizza Comuni e Province a spendere per il 2014  ulteriori 20 milioni di euro che si vanno ad aggiungere ai 63,2  milioni di euro già sbloccati a marzo. La cifra che gli enti locali potranno quindi utilizzare sale a quasi 83 milioni di euro, fondamentali per pagare lavori e forniture di aziende. Arrivano così risorse a favore di 77 Comuni liguri (39 piccoli Comuni con meno di 5 mila abitanti e 48 grandi con più di 5 mila) a cui si aggiungono le Province di Savona, Genova e La Spezia. La possibilità di spesa, come richiesto da Anci e Upi,  non avrà alcun vincolo, ma gli spazi potranno essere utilizzati liberamente dagli enti locali, tenuto conto della grave crisi economica. «Questo ulteriore allentamento del patto di stabilità – spiega l’assessore regionale al Bilancio, Pippo Rossetti – è reso possibile grazie allo Sblocca Italia che consente la regionalizzazione di ulteriori risorse fino a oggi bloccate nelle casse degli enti locali che potranno essere utilizzate per spese di investimento e per pagare i fornitori. Nell’ambito dei 20 milioni totali quasi 4,5 saranno messi a disposizione da alcuni Comuni liguri, tra cui Genova, secondo un meccanismo di solidarietà orizzontale».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.