Prevenzione e non repressione. Sì della Regione a maggiori semplificazioni in materia ambientale per le imprese liguri: questo il tweet lanciato da Luca Costi, segretario regionale di Confartigianato Liguria, dopo l’ok della Regione all’interrogazione presentata questa mattina in consiglio regionale da Antonino Oliveri (Pd) sulla pratica dell’autocontrollo ambientale. Pratica che, dopo la risposta positiva delle 255 carrozzerie aderenti al progetto sperimentale, sarà estesa anche ad altre micro e piccole imprese le cui attività sono considerate a maggior impatto sull’atmosfera e sull’ambiente. Renzo Guccinelli, assessore regionale allo Sviluppo Economico, e Claudio Burlando, presidente della Regione Liguria, hanno quindi accolto la proposta di allargare il progetto nato, inizialmente, su iniziativa di Confartigianato Liguria.

L’obiettivo è dunque quello di raggiungere risultati positivi di autocontrollo ambientale anche nelle costruzioni, nella meccanica, nella carpenteria, nella falegnameria e nelle lavanderie, settori produttivi considerati, insieme alle carrozzerie, a maggiore impatto ambientale. Già da quest’anno sarà quindi sviluppata l’intesa con Confartigianato Liguria che, in stretta collaborazione con i soggetti preposti, potrà definire le linee guida settoriali per le pratiche di autocontrollo, anche in una logica di semplificazione: «Alla luce delle risposte positive del progetto pilota – spiega Costi – la Regione Liguria ha dichiarato piene disponibilità a estendere questa pratica anche a quei settori produttivi le cui emissioni hanno un maggiore impatto sull’ambiente. Le realtà liguri interessate potranno non solo verificare in autonomia la conformità delle proprie attività lavorative alla normativa, ma anche snellire e semplificare l’insieme di adempimenti burocratici di questa complessa materia, con un notevole risparmio di denaro, tempo ed energie. Importante, infine, l’impegno dell’assessore Guccinelli a inserire nella futura programmazione comunitaria le pratiche di autocontrollo per le imprese liguri».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.