Una galleria sotterranea di 6 km che porterà 1300 metri cubi di acqua al secondo. Cosi il project manager di Rocksoil Martino Gatti descrive il progetto di scolmatore del Bisagno.

 

 

 

 

Leggi anche Genova: al via il bando per lo scolmatore del Bisagno

«La galleria sotterranea – spiega Gatti – partirà dal centro sportivo Sciorba e si svilupperà per 6 km con scarica d’acqua in corrispondenza di corso Italia. Si collocherà tra via Adamoli e via Darello e passerà sotto il forte San Giuliano in adiacenza bagni Squash. Il punto critico dei lavori sarà in zona Brignole. L’opera porterà 1.300 metri cubi di acqua al secondo. Ci sarà all’interno dell’alveo una briglia selettiva in grado di intercettare detriti in modo da far fluire acqua pulita mentre insieme a uno sbrigliatore a gru».

Per quanto riguarda viabilità, sicurezza e rumore, «la passerella pedonale verrà demolita e sostituita da una struttura a campata unica e verranno demolite le palazzine dell’Amiu. Una finestra d’accesso permetterà  i controlli dei flussi d’acqua non solo durante i lavori ma anche dopo. È prevista un’opera di monitoraggio per il controllo dei rumori durante l’esecuzione dell’opera».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.