È stato siglato oggi il Protocollo d’intesa tra Regione Liguria e i distretti dei Lions della Liguria per la realizzazione del progetto “Il barattolo dell’emergenza” per l’avvio di una collaborazione finalizzata alla distribuzione a soggetti anziani o disabili di un barattolo giallo, da tenere sempre in un luogo ben preciso della casa e quindi immediatamente individuabile, e contenente una scheda con tutte le informazioni di base indispensabili ai soccorritori in caso di emergenza. Si tratta di informazioni di tipo sociosanitario particolarmente importanti da avere a portata di mano, soprattutto in caso di soccorso ad una persona anziana o disabile che vive sola.

I barattoli verranno distribuiti gratuitamente ad anziani e/o disabili che ne faranno richiesta tramite farmacie, pubbliche assistenze e associazioni di volontariato per anziani.

«Regione Liguria intende sostenere questa iniziativa – afferma l’assessore alla Sanità Sonia Viale – perché è importante creare una rete di protezione e sostegno rivolta alle fasce deboli della popolazione. Il partenariato con i Lions ci rende orgogliosi di simili realtà, impegnate sul territorio per il bene della comunità».

Fondamentale per la buona riuscita dell’iniziativa è la collaborazione dei medici di medicina generale. «I medici di famiglia – spiega Erminio Ribet, governatore di uno dei distretti Lions – compileranno il foglio, con l’indicazione delle patologie da cui è affetto il paziente, dei medicinali eventualmente incompatibili con la persona, delle persone da contattare in caso di bisogno. Il foglio viene messo in un vero e proprio barattolo, con l’indicazione di collocarlo nel frigorifero. Il frigo è un oggetto che in casa hanno tutti, di solito è il meno danneggiato in caso di incendio e al quale i soccorritori possono avere facilmente accesso. Per sapere se la persona è dotata di barattolo, si suggerirà  di mettere un piccolo contrassegno vicino al campanello dell’abitazione».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.