Sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 tornano le Giornate FAI d’Autunno, promosse dai Gruppi FAI Giovani giunte alla loro ottava edizione, con itinerari tematici e aperture speciali che permetteranno di scoprire luoghi insoliti e straordinari in tutto il Paese.

Per l’occasione, il FAI Giovani Genova e la Delegazione FAI di Genova, in collaborazione con il Comune di Genova, propongono al pubblico uno speciale percorso alla riscoperta della “collina in città”. Insieme ai volontari del Fondo Ambiente Italiano a Genova saranno quindi visitabili il Parco di Villetta Di Negro, tra i parchi storici più antichi della città, e il Museo d’Arte Orientale “Edoardo Chiossone”, con una tra le collezioni d’arte asiatica più prestigiose al mondo.

Villetta Di Negro si sviluppa lungo una serie di viali che si inerpicano sui lati di una collinetta. Il parco fu realizzato dal marchese Gian Carlo Di Negro, che aveva acquistato nel 1802 il rilievo e si era impegnato a fondare e sovvenzionare una scuola di botanica, confluita poi nella cattedra di botanica presso l’Università di Genova. Qui Di Negro realizzò anche la sua villa e il parco che aveva adornato di giochi d’acqua, busti e statue. Dal 1873 al 1912 l’edificio della villa fu sede del Museo di Storia Naturale (1873-1912), con annesso zoo, quindi il Museo Geologico, dal 1929 del Museo Archeologico, e nel 1935 ai materiali già esposti furono aggiunte per un quinquennio le collezioni di etnografia e del costume. L’antica villa, distrutta dai bombardamenti nel 1942, fu sostituita dal nuovo edificio progettato da Mario Labò per ospitare le collezioni di arte e archeologia cinese e giapponese di Edoardo Chiossone.

Il Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone ospita opere giapponesi di varie epoche: pittura (dal XI al XIX sec.), armi e armature, smalti, ceramiche, lacche, porcellane, stampe policrome, strumenti musicali, maschere teatrali, costumi e tessuti, bronzistica e una ricca collezione di grandi sculture del Giappone, della Cina e del Siam.

Il Parco di Villetta Di Negro e il Museo d’Arte Orientale “Edoardo Chiossone” saranno aperti al pubblico attraverso visite guidate e con un contributo libero a partire da 5 euro dalle  12 alle 18 (ultimo ingresso ore 17,30).

Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta – a questi ultimi sarà dedicata la quota agevolata di 29 euro anziché 39. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it dal 1° al 20 ottobre.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.