Il Gruppo Contship Italia, operatore terminalistico e intermodale, e l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale (porti della Spezia e Marina di Carrara), in partnership per questa missione, hanno iniziato a New York il loro secondo road show negli Usa per promuovere i vantaggi legati alla connettività marittima e intermodale della Spezia e il modello di offerta integrata del Gruppo Contship.

Il road show è stato organizzato con il supporto della Camera di Commercio Americana in Italia e il patrocinio delle Autorità Portuali di New York/New Jersey e di Long Beach, della Camera di Commercio di Long Beach e dei Consolati Generali Italiani a New York e Los Angeles.

Gli Stati Uniti sono uno dei partner commerciali più importanti per l’italia e per i traffici del porto spezzino. Oltre 40 operatori statunitensi presenti all’evento inaugurale di ieri, realizzato al Marriott Hotel di Newark (New Jersey). Hanno partecipato anche il console italiano a New York, Francesco Genuardi, e il direttore della Port Authority di New York/New Jersey, Sam Ruda. Illustrati alla platea i vantaggi dell’’offerta intermodale integrata di Contship e le potenzialità delle infrastrutture del porto della Spezia.

Carla Roncallo, che ha partecipato all’evento di New York, in qualità di presidente della Autorità di Sistema portuale di La Spezia e Carrara, dopo aver illustrato le infrastrutture esistenti e in progetto nel porto della Spezia, ha commentato: «Questi eventi puntano a interagire in maniera molto diretta con gli operatori, i soggetti cioè che sono realmente interessati alla movimentazione della merce e credo siano davvero utili per incrementare i nostri traffici. Noi, come soggetto istituzionale, illustriamo le nostre infrastrutture attuali e e quelle in progetto, mentre lasciamo poi al terminalista il compito di approfondire la parte prettamente commerciale. È una formula già sperimentata lo scorso anno, che sembra funzionare molto bene. Tra le altre infrastrutture, abbiamo in particolare illustrato il nostro nuovo centro servizi alla merce, di prossima apertura a Santo Stefano Magra primo in Italia e tra i più all’avanguardia in Europa, che ospiterà lo Sportello Unico Doganale, realizzato in attuazione della norma generale e che aprirà in anteprima rispetto all’uscita del decreto attuativo, di prossima emanazione».

«Siamo contenti di ritornare negli Usa dopo gli incontri dello scorso anno a New York e Toronto − ha dichiarato Daniele Testi, marketing & Corporate Communication Director del Gruppo Contship Italia − specialmente in questo anno in cui Contship taglia il traguardo dei 50 anni di attività in questo business. Gli Stati Uniti sono uno dei partner commerciali più importanti per l’Italia e per i traffici della Spezia Container Terminal. Abbiamo incontrato oggi e continueremo a incontrare clienti, spedizionieri, operatori logistici, partner americani e internazionali per illustrare i vantaggi dell’’offerta intermodale integrata di Contship e le potenzialità delle infrastrutture del porto della Spezia. Sono elementi fondamentali sia per l’efficienza operativa sia per minimizzare i crescenti rischi di ritardi e interruzioni nelle catene di approvvigionamento globali messe a dura prova, anche in Europa, dagli effetti del cambiamento climatico. I bassi livelli di acqua nel Reno, una delle vie principali dal Nord Europa per servire la Svizzera, sono solo uno degli esempi dei rischi che rendono conveniente e appetibile la soluzione via Sud dalla Spezia».

La delegazione è composta anche da Peter Hill (direttore commerciale di gruppo), Nicolò Marrali (responsabile vendite di Hannibal, l’operatore multimodale di Contship), Monica Fiorini, responsabile comunicazione, promozione e marketing dell’AdSP.

Dopo New York, la delegazione Contship visiterà anche Long Beach (12 e 13 settembre) e Houston (16 e 17 settembre).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.