La giunta del Comune della Spezia anche per l’anno scolastico 2019/2020 ha abbattuto i costi delle rette scolastiche e varato una serie di provvedimenti per agevolare le famiglie ad affrontare più serenamente le spese relative alla scuola.

«L’inizio della scuola è alle porte, e il nostro augurio di buon inizio di anno scolastico a tutti gli studenti e alle famiglie non è solo a parole, ma è fatto di atti concreti − dichiara il sindaco Pierluigi Peracchini − l’amministrazione si è impegnata anche quest’anno nel confermare gli impegni che fin dall’inizio del mandato abbiamo preso e mantenuto per trasformare La Spezia in un Comune amico delle famiglie. In due anni le tariffe per gli asili nido comunali si sono abbassate di circa il 25%, continua la possibilità di richiedere, con l’impegno della Regione Liguria, i voucher nido per sostenere concretamente le mamme che lavorano e sono confermati i libri in comodato d’uso gratuito. Il nostro massimo impegno è rivolto proprio a loro: ai bambini che sono il nostro futuro e alle famiglie per sostenerle nelle spese durante il periodo scolastico».

«Le riduzioni applicate consentiranno un risparmio annuo effettivo di parecchie centinaia di euro − spiega l’assessore ai Servizi educativi Giulia Giorgi − oltre 700 per i nidi e quasi 400 per le scuole comunali dell’infanzia. Soldi che rimarranno nelle casse delle famiglie e che potranno, così, essere impiegati per far fronte ad altre spese. Abbiamo dato la possibilità a chi non poteva permetterselo di poter accedere a questi servizi. Ma non abbiamo pensato solo a un risparmio di tipo economico. Sono state studiate e messe a punto anche altre misure di sostegno come il comodato d’uso gratuito dei libri realizzato grazie alla collaborazione con gli istituti che hanno aderito; i voucher per le donne che lavorano grazie all’impegno della Regione e il sostegno agli studenti con disabilità aumentando di oltre 40 mila le ore da destinare alla cura e all’aiuto di chi è più debole».

Le misure in dettaglio

Rette scolastiche

Anche quest’anno è stata deliberata un’ulteriore diminuzione delle rette dei nidi d’infanzia, delle sezioni primavera, dei centri bambini e delle scuole dell’infanzia comunali che sommati a quelle fatte lo scorso anno, abbattono i costi per le famiglie del 25%. Per fare un esempio, il risparmio annuo stimato per una famiglia media, con un ISEE di 17 mila euro, è complessivamente di 780 euro per i nidi e 390 euro l’anno per le scuole comunali dell’infanzia.

Comodato d’uso gratuito

È stato riconfermato, per il secondo anno consecutivo, il comodato d’uso gratuito dei libri per i ragazzi iscritti alle scuole medi e superiori le cui famiglie hanno difficoltà economiche o sono seguite dai servizi sociali del Comune. Gli istituto scolastici che hanno deciso di aderire al progetto che sono le scuole medie J. Piaget (Chiappa), V. Alfieri (Via Napoli), Due Giugno, F.lli Incerti (Fabiano), A. Frank (Mazzetta), M. Fontana (Canaletto), F.lli Cervi (Favaro) e C. Cattaneo (Melara). Le superiori IPSAR G. Casini, istituto L. Einaudi/D. Chiodo, liceo G. Mazzini e istituto A. Fossati/M. Da Passano.

Per accedere al comodato d’uso è necessario fare domanda direttamente alla segreteria della scuola che si frequenta e in cui si attesti che si risiede nel Comune della Spezia. Avranno priorità gli studenti appartenenti a un nucleo famigliare seguito dai servizi sociali del Comune o con un valore ISEE inferiore a 12 mila euro.

Voucher Nido

La Regione Liguria anche quest’anno ha confermato il voucher nido che avrà due linee di intervento: voucher di conciliazione: per donne-madri occupate o impegnate in percorsi di politica attiva del lavoro con ISEE fino a 50 mila euro. Voucher di inclusione per nuclei famigliari in situazione di disagio economico con ISEE fino a 20 mila euro.

Riceveranno un voucher pari a 200 euro mensili i nuclei con un ISEE minore di 10 mila euro e di 100 euro mensili i nuclei con ISEE superiore a 10 mila euro.

L’importo massimo erogabile va a coprire le 10 mensilità e verrà erogato direttamente all’ente o al privato che gestisce il nido a scomputo della retta.

La domanda dovrà essere redatta online sul sito www.filse.it e successivamente anche nel sito internet del Comune della Spezia www.comune.sp.it.

Disabilità

Una particolare attenzione, infine, è stata rivolta agli  studenti diversamente abili. Con il prossimo anno scolastico partirà la nuova gestione dell’appalto dell’assistenza all’handicap scolastico sul quale l’amministrazione Peracchini ha investito moltissimo decidendo di aumentare le ore dedicate passando da una base di 146.520 a una di 187.200 con un incremento pari a 40.680 ore in più da destinare alla cura e all’aiuto di chi è veramente più debole.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.