Regione Liguria, in cooperazione con il Comune di Genova, la Provincia di Savona e l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, è capofila del progetto Ermes, finanziato nell’ambito del Programma europeo Espon.

Il progetto finanzierà per 300 mila euro uno studio sulle diverse relazioni che un sistema portuale e logistico può generare in termini di cluster economici e servizi innovativi, formulando anche strategie e proposte di azioni o progetti per il miglioramento dei flussi commerciali attraverso il sistema delle infrastrutture.

Il focus sarà relativo allo sviluppo di cluster di imprese e di centri di ricerca nelle aree costiere urbane e interne delle regioni marittime. «Ermes è un nuovo risultato positivo della strategia di posizionamento di Regione Liguria nell’ambito della progettazione comunitaria − dichiara l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Andrea Benveduti − Abbiamo voluto affrontare lo strumento della target analysis in modo più innovativo: non intendiamo studiare le interazioni porto-città sotto il semplice profilo del traffico o dell’impatto ambientale. Per questo lo studio si proporrà per la prima volta di impostare le linee di sviluppo di eco-cluster, che significa cluster sia economici che ecologici».

Partecipano al progetto anche Belgio e Paesi Bassi con il porto di Ghent e la Provincia delle Fiandre orientali, la Grecia con la Regione di Creta, il ministero degli Affari Marittimi e l’Autorità Portuale di Heraklion, e il ministero dei Trasporti di Malta.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.