Risultato netto negativo di 3,1 milioni di euro, ricavi consolidati a quota 19,2 milioni di euro, in crescita del 3%, ebitda adjusted a 591 mila euro, aumentato del 483%. Così Giglio Group chiude il primo semestre 2019: il cda della società, riunitosi ieri, ha approvato la relazione finanziaria semestrale.

In riferimento al calo dei profitti, la nota della società sottolinea che la decrescita del risultato netto di periodo (rispetto ai +4 mila euro dell’esercizio 2018), “non tiene conto dei 2,8 milioni di euro di plusvalenze che verranno registrate nel bilancio 2019 all’atto del closing dell’operazione di conferimento delle attività dell’area media, contrariamente alle minusvalenze già conteggiate nell’esercizio 2018”.

Per quello che riguarda le altre voci di bilancio, la società spiega che l’incremento dei ricavi, pari a 1,3 milioni di euro, “è dovuto ai maggiori volumi di transato per la crescita organica e l’ingresso in portafoglio di nuovi brand”.

L’ebitda adjusted delle continuing operations, aumentato del 483%, normalizzato dagli oneri non ricorrenti (pari a 1 milione di euro) e dagli effetti Ifrs 15, comprende i costi di sviluppo degli e-commerce store in Cina, i cui ricavi inizieranno a manifestarsi nel secondo semestre dell’esercizio, e i costi dell’area media che in conseguenza dell’accordo di dismissione dell’area media non sono conferiti in Vertce360 (società acquirente).

L’ebit delle continuing operations, normalizzato dagli oneri non ricorrenti, si attesta a -0,2
milioni di euro (-0,3 milioni di euro nel primo semestre 2018).

Giglio Group risulta in linea con il piano industriale 2019-2023 per quanto riguarda la gestione dell’e-commerce: l’ebitda dell’area e-commerce al netto dei costi centrali è di 3,2 milioni di euro, pari al 18% dei ricavi.

Rispetto allo stesso periodo del 2019 il secondo trimestre si chiude con un aumento dei ricavi dell’8% a quota 7,8 milioni di euro con un aumento dell’ebitda, al netto degli oneri non ricorrenti, che passa da fortemente negativo nel 2018 per -1,1 milioni di euro a positivo per 0,1 milioni nel 2019.

La posizione finanziaria netta, pari a 19,1 milioni di euro, normalizzata dall’effetto dell’applicazione del nuovo principio contabile Ifrs 16, evidenzia un miglioramento di 0,1 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2018 e si attesta a circa -21,2 milioni.

“Questi dati – prosegue la nota societaria – non incorporano ancora quanto Giglio Group riceverà nel corso dell’esercizio in conseguenza dell’operazione di conferimento dell’area media, per un controvalore definito in 12,5 milioni euro”.

Per la seconda metà dell’esercizio 2019, Giglio Group prevede di continuare a registrare ricavi in evoluzione, in linea con il tasso di crescita del periodo precedente, contemperando il rischio di perdere opportunità commerciali e rapporti commerciali consolidati con il lancio di nuovi e-commerce store e nuove geografie. Per salvaguardare i margini attesi nel proprio piano industriale, la società è particolarmente attenta a commisurare la propria base costi a eventuali cadute nel livello di business tramite un processo di ottimizzazione del sistema produttivo di e-commerce e della dimensione dei team operativi centrali.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.