La Borsa di Milano ha aperto in rialzo. L’indice Ftse Mib avanza dello 0,28% a 22.190 punti, riducendo però i guadagni con il passare dei minuti. In Europa Francoforte e Parigi viaggiano poco sotto la parità. In rosso Londra (-0,39%).

Tra i titoli in evidenza a piazza Affari Enel, che guadagna lo 0,79%, Nexi lo 0,61%. In ribasso Tenaris (-0,92%).

Borse asiatiche poco mosse al termine dell’ultima seduta della settimana. Gli investitori restano alla finestra in attesa di possibili sviluppi nelle trattative sul commercio tra Cina e Usa. Torna a svalutarsi lo yen sulle principali valute, sostenendo i titoli del comparto export.
In positivo Tokyo (+0,16%).

Sul fronte macroeconomico in arrivo l’indice della fiducia dei consumatori dell’Eurozona, i prezzi alla produzione in Germania e l’indebitamento netto nel settore pubblico del Regno Unito.

Prezzo del petrolio in salita, con il proseguire delle tensioni tra Usa ed Iran nella settimana che ha già visto l’attacco agli impianti sauditi. I contratti sul greggio Wti guadagnano lo 0,8% a 58,62 dollari al barile. Il Brent recupera 33 centesimi a 64,73 dollari al barile

Nei cambi euro in leggero aumento questa mattina nei confronti del dollaro. La moneta unica viene scambiata a 1,1057 dollari, dopo essere scesa ieri sera dopo la chiusura di Wall Street a 1,1042 dollari. La moneta unica passa di mano a 119,28 yen.

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco, ha aperto in lieve calo a 137 punti base. Il rendimento è a 0,87%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.