Una quarta di olive (storico volume della tradizione del Ponente Ligure che equivale a 12,5 kg) aumenta da 19 a 20 euro.

L’accordo è stato raggiunto all’unanimità tra produttori, trasformatori e commercianti e partirà da questa campagna 2019-2020.

Sandro Gagliolo, olivicoltore di Stellanello, componente della giunta Cia Savona e vicepresidente del Consorzio Dop Riviera Ligure, sottolinea: «Nonostante si preveda una raccolta non delle migliori è importante il continuo riconoscimento di un aumento del valore del prodotto a favore degli olivicoltori. Lo strumento del patto di filiera, portato avanti dal Consorzio, rappresenta un segnale di compattezza di tutti gli attori della produzione e commercializzazione dell’olio, una unità di intenti del mondo olivicolo del nostro territorio.

Secondo Gagliolo il prezzo si avvicina al costo reale della produzione: «Stiamo parlando di olive Dop, un’oliva perfetta, quindi è giusto sviluppare azioni a tutela della qualità e a garanzia dei produttori».

Il via libera è arrivato dal cda del Consorzio olio Dop Riviera Ligure, che ha quindi rinnovato il patto di filiera sulla produzione olivicola. Parallelamente è stato deciso anche un aumento minimo di 50 centesimi al litro per l’olio extravergine con olive Dop.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.