Con l’avvento dei big data, il mestiere di analista dei dati è tra i più ricercati dalle aziende. Il mestiere di Football data analyist è parecchio di nicchia, ma sembra essere la nuova frontiera, visto che le società di calcio ormai si basano molto sulle statistiche e su alcuni indicatori prima di acquistare un giocatore, ma anche durante la stagione stessa per capire cosa va e cosa non va.

Per questo motivo Wylab, il primo incubatore sport-tech italiano attivo dal 2016 a Chiavari, e Top-Ix (Torino Piemonte Internet eXchange), consorzio senza fini di lucro costituito nel 2002 che gestisce un Internet Exchange (Ix) e supporta progetti di innovazione tecnologica e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali, lanciano il primo percorso di formazione per Football data analyst attivato grazie alla collaborazione con Wyscout, la piattaforma di scouting calcistico creata proprio a Chiavari.

Il corso si svolgerà proprio a Chiavari tra il 7 e il 9 ottobre e l’11 e 14 novembre. Previsto anche il workshop “Football Data Analysis – La nuova frontiera della match analysis e dello scouting”, il 18 settembre nella sede di Wylab, in via Davide Gagliardo 7 a Chiavari.

L’idea di un corso di formazione in Football Data Analysis nasce dall’opportunità di fornire ai club di calcio professionistici italiani le nozioni e gli strumenti indispensabili per gestire efficacemente l’enorme quantità di dati generati dalla rivoluzione digitale e dall’uso sempre più diffuso di dispositivi indossabili, sensori e sistemi di tracking.

L’obiettivo è quello di gettare le basi per la creazione e formazione di una nuova figura professionale, spiegano da Wylab, il Football Data Analyst, in grado di estrarre valore dai dati, trasformando i big data in smart data, utili alla strategia e alle attività dell’area tecnico-tattica della squadra.

I destinatari di questo nuovo corso sono, in primis, i match analyst e gli scout dei club che vogliano acquisire le competenze necessarie per utilizzare più efficacemente i dati e affrontare con successo il lavoro di analisi delle partite, la valutazione delle performance e il recruitment dei calciatori. Il corso è rivolto, poi, a tutti gli esperti e appassionati di dati (analisti, giornalisti, agenti sportivi), che desiderano migliorare le loro conoscenze e formazione attraverso un percorso altamente specialistico e focalizzato sul calcio, con i dati forniti dalla piattaforma Wyscout.

La squadra di docenti è coordinata da Wylab, che, oltre all’attività tipica di incubatore di startup tecnologiche in ambito sport, organizza corsi di formazione sul fare impresa, il marketing e la trasformazione digitale.

I corsi saranno tenuti da TOP-IX, dal 2012 ideatore del corso di formazione Big Dive in ambito Data Science, Data Visualization, Data Engineering e Data-Driven Development; PlayeRank, startup fondata da alcuni ricercatori di Università di Pisa e CNR specializzati nell’analisi dei big data nel calcio; The Information Lab, azienda che fornisce a club di Premier League e Serie A il software Tableau per la visualizzazione dei dati e le statistiche di partite e campionati. Il percorso di formazione vedrà poi la partecipazione di Wyscout, che fornirà anche i dati per le analisi e le esercitazioni.

Tutti i dettagli, il programma e le modalità di iscrizione al corso per Football Data Analyst sono disponibili a questo link.

Il corso per Football Data Analyst sarà preceduto il 18 settembre dall’evento “Football Data Analysis – La nuova frontiera della match analysis e dello scouting” che si terrà sempre nella sede di Wylab, a Chiavari. Il Workshop ad invito è riservato a dirigenti e direttori sportivi ma anche allenatori, preparatori atletici, match analyst, osservatori e scout, giornalisti ed esperti del settore. Sarà possibile anche la partecipazione extra invito, con le iscrizioni aperte a questo link.

«Senza alcuna pretesa che i dati possano sostituire l’esperienza e la capacità di chi opera sul campo da anni – afferma Federico Smanio, Ceo di Wylab – tuttavia è evidente che il mondo del calcio è profondamente cambiato negli ultimi 10 anni e ritengo fondamentale per i nostri club riconoscere l’impatto che una sapiente capacità di lettura dei dati può apportare al lavoro di analisi delle partite, alla preparazione della tattica e all’individuazione dei talenti. Questo percorso di formazione altamente innovativo è stato disegnato assieme a Top-Ix e con altri player di alto livello nel panorama dell’analisi dei big data nel calcio, proprio per aiutare i club italiani a colmare il gap con le organizzazioni che da tempo studiano, utilizzano e valorizzano i dati nel lavoro di match analysis e scouting. Siamo quindi particolarmente orgogliosi di raggiungere un nuovo traguardo nella nostra missione di portare l’innovazione nello sport».

Leonardo Camiciotti, executive director di Top-Ix, aggiunge: «Il riflesso digitale di azioni, processi e pattern ricorrenti, in ogni settore di attività, consente una comprensione più dettagliata delle dinamiche e permette l’elaborazione di strategie puntuali, volte a ottimizzare performance e risultati. Questo richiede la creazione e formazione di figure specializzate, che sappiano integrare sofisticate competenze tecniche con una profonda conoscenza del settore di attività. Pertanto, la collaborazione con Wylab nasce dall’individuazione dell’enorme opportunità di innovazione che la crescente mole di dati digitali sta creando nel settore calcio. Siamo convinti che entro qualche anno figure e team di Football Data Analyst saranno una componente stabile e imprescindibile dei club di calcio professionistici».

 

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.