A un anno di distanza dal crollo di Ponte Morandi, Banca Carige ha concluso la pubblica sottoscrizione aperta lo scorso 15 agosto, nelle ore immediatamente successive al tragico evento, con una donazione diretta di 100 mila euro da parte della banca.

Compresa la somma stanziata direttamente da Carige, la raccolta sul conto corrente dedicato all’emergenza Morandi ha raggiunto la somma di 280.500 euro con la partecipazione di circa mille sottoscrittori, tra privati, imprese e associazioni.

L’importo raccolto viene donato al Comune di Genova che lo destinerà, su indicazione della Struttura Commissariale, a supporto delle attività economiche della zona colpita, in particolare i quartieri di Campasso e Sampierdarena.

“Oltre alle vittime dirette, e ai tanti sfollati, la tragedia del Ponte Morandi ha segnato duramente anche le imprese della zona con un impatto pesante sull’occupazione e la tenuta del tessuto sociale – si legge nella nota dell’istituto di credito – È una situazione che come banca tocchiamo quotidianamente con mano, essendo presenti con le nostre filiali nelle aree interessate dal crollo. La destinazione indicata dal Comune e dalla Struttura Commissariale ai fondi che Carige ha erogato direttamente e raccolto grazie alla generosità di tanti ci auguriamo possa contribuire a restituire ai quartieri colpiti quel futuro per cui tutti stiamo lavorando”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.