Domenica 15 settembre il Fai (Fondo ambiente italiano) organizza in collaborazione con Fondazione Zegna la sesta edizione della “Giornata del Panorama”, evento dedicato all’osservazione attenta e consapevole del paesaggio.

Tra i 7 protagonisti della manifestazione, anche un panorama ligure: quello che si può ammirare dal bene Fai Podere Case Lovara a Punta Mesco a Levanto (nello spezzino). Coinvolti anche Castello e Parco di Masino a Caravino (TO), Villa Flecchia e Collezione Enrico a Magnano (BI), Bosco di San Francesco ad Assisi (PG), Baia di Ieranto a Massa Lubrense (NA) e Saline Conti Vecchi ad Assemini (CA), a cui si aggiunge l’Oasi Zegna a Trivero (BI), imponente progetto di valorizzazione ambientale e sociale voluto da Ermenegildo Zegna e patrocinato dal FAI.

Sette paesaggi italiani, ciascuno con caratteristiche e peculiarità uniche, che verranno svelati in tutta la loro grandiosità e bellezza grazie a numerose attività e agli itinerari speciali proposti, pensati appositamente per far spaziare lo sguardo dei visitatori tra panorami vicini e lontani, tra scenari forestali e mare, tra monti e isole, tra città e saline, tra terreni coltivati e formazioni geologiche.

Per partecipare è consigliata la prenotazione tramite mail faimesco@fondoambiente.it o chiamando lo 02/467615317. Indispensabili calzature da trekking, copricapo, almeno 1 litro d’acqua a testa, colazione al sacco e crema solare.

Chi deciderà di passare la giornata a Podere Case Lovara, podere agricolo nel cuore del Parco Nazionale delle Cinque Terre, situato sul sentiero tra Levanto e Monterosso e raggiungibile solo a piedi, potrà immergersi dalle 10 alle 18 nelle due anime della riserva naturale grazie a speciali escursioni tra terra e mare.

L’itinerario Verde, a cura di esperti del Parco Nazionale delle Cinque Terre e del Laboratorio di Archeologia e Storia Ambientale dell’Università di Genova, in programma alle 11,30 e alle 14,30, partirà dal Podere e arriverà all’Eremo di Sant’Antonio del Mesco. Durante il cammino si parlerà del promontorio di Punta Mesco e delle Cinque Terre dal punto di vista storico e naturalistico e si approfondirà la conoscenza del complesso di proprietà del Fai, 45 ettari di terreno e tre fabbricati rurali fulcro di un progetto di recupero del paesaggio agricolo tradizionale e di sviluppo delle risorse locali. Chi lo preferirà, sempre alle 11,30 e alle 14,30, potrà invece partecipare all’itinerario Blu, a cura del Centro Diving Punta Mesco, che grazie a filmati e fotografie offrirà un’immersione virtuale nell’Area marina protetta immediatamente sotto il Podere. Tra le 15,30 e le 16,30 spazio a relax, domande alle guide e visite al Podere.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.