Via libera dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica al progetto di videosorveglianza del Comune di Sestri Levante insieme ai Comuni della val Petronio (Castiglione Chiavarese, Casarza Ligure e Moneglia).

Il progetto punta a sviluppare un sistema di videosorveglianza del territorio e non solo comunale, con l’obiettivo di garantire un adeguato e capillare controllo basandosi sulla scelta, concordata dai rispettivi uffici di polizia locale, di focalizzare l’attenzione sui punti di accesso dei quattro Comuni e su quelli maggiormente sensibili tramite un sistema di videosorveglianza con lettura targhe, oltre che all’installazione di “telecamere di contesto” installate nei punti ritenuti più sensibili all’interno dei singoli Comuni.

Il sistema di videosorveglianza ha l’obiettivo di “integrare” le azioni di carattere strutturale, sociale e di controllo del territorio da parte degli organi di polizia, creando una sinergia tra i quattro Comuni che possa anche fungere da deterrente ai fenomeni criminosi e vandalici.

Il progetto prevede il mantenimento degli attuali strumenti di monitoraggio e lo sviluppo di ulteriori postazioni di videosorveglianza con l’introduzione di 31 “telecamere di contesto”, per la sorveglianza delle zone ritenute più sensibili come parchi, edifici pubblici, isole ecologiche, centri storici, e 2 “telecamere di lettura targhe” per la verifica degli accessi dei veicoli tramite un sistema automatico di riconoscimento delle targhe.

Attualmente il Comune di Sestri Levante dispone di un ampio e strutturato sistema di video sorveglianza costituito da 322 “videocamere di contesto” distribuite tra Sestri Levante e le sue frazioni e 17 “videocamere di controllo targhe” poste lungo le vie di accesso e di confine con i Comuni di Moneglia e Casarza Ligure.

Con il finanziamento regionale l’amministrazione comunale estenderà il sistema di videosorveglianza coprendo le zone che oggi risultano ancora prive di videocamere ambientali. In particolare, in prossimità del confine con Moneglia, nella parte di levante della frazione di Riva Trigoso è prevista l’installazione di 18 telecamere di contesto per il monitoraggio della zona che comprende il parco pubblico, via Colombo, via della Libertà e piazza Brigate Partigiane.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.