«Il primo tema su cui chiederemo un pubblico impegno ai candidati alle prossime regionali, in calendario per la prossima primavera, sarà quello di destinare maggiori risorse alla manutenzione del territorio ricavandole dall’autonomia regionale». Lo ha dichiarato a Liguria Business Journal Alberto Bacigalupi, eletto pochi giorni fa presidente di Ance Liguria.

Alberto Bacigalupi

«Discuteremo in consiglio – precisa Bacigalupi – le richieste precise da avanzare a tutti i candidati per ottenere impegni concreti e specifici e anche le modalità con cui le presenteremo, se attraverso un dibattito pubblico o in altre forme, comunque abbiamo già un orientamento di massima. La Liguria è una delle Regioni che hanno avviato la trattativa con il governo per l’attribuzione di maggiori spazi di autonomia normativa e amministrativa. Io mi auguro che ottenga l’attribuzione della potestà concessoria in relazione alle tratte autostradali del territorio ligure, con l’introito dei relativi canoni e la facoltà di approvare lo schema di convenzione. Chiederemo ai candidati di indirizzare i canoni del servizio autostradale così ottenuti verso il potenziamento del sistema infrastrutturale ligure. Sarebbe una risorsa importante. Le infrastrutture hanno bisogno di manutenzione continua e capillare e per le nostre imprese, in questa congiuntura così difficile, la ripresa di investimenti distribuiti sul territorio sarebbe importante».

«Altri temi strategici su cui ci confronteremo con l’amministrazione regionale – prosegue il presidente di Ance Liguria – sono la prevenzione del dissesto idrogeologico, la rigenerazione urbana, il piano paesistico regionale, le grandi opere infrastrutturali Sulla prevenzione del dissesto idrogeologico dovrà intervenire lo Stato ma anche la Regione. Per quanto riguarda la rigenerazione urbana bisogna tenere presente che in Liguria come nel resto del Paese buona parte del patrimonio edilizio risale agli anni 60 e 70. Riqualificarlo vorrebbe dire diminuire i consumi energetici e creare occasioni di lavoro. La legge regionale che definisce strumenti e tecniche di intervento per favorire la rigenerazione urbana c’è già, la n. 23/2018. Bisogna sensibilizzare le amministrazioni comunali sulle potenzialità di questo provvedimento e Ance Liguria, soggetto promotore della legge, dovrà impegnarsi in questa attività. Infine,chiederemo che l’amministrazione regionale controlli e promuova l’avanzamento delle infrastrutture strategiche, in base alle sue competenze. Il Piano paesistico è nella fase iniziale, nella seduta del 19 aprile 2019 la giunta regionale ha approvato il documento preliminare del progetto di piano paesaggistico regionale. Seguiremo il suo iter per valutare l’impatto che il Piano potrà avere sul territorio e sulle nostre imprese».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.