Nuove funzionalità grazie a Cities Avm (Automatic Vehicle Monitoring) di Leonardo, recentemente installato nella centrale Amt.

L’azienda di trasporto pubblico di Genova rinnova Si.Mon, il sistema di monitoraggio e gestione della flotta che consente di controllare i bus attraverso apposite apparecchiature (unità di bordo) di cui sono dotati i mezzi.

Il nuovo software consente di avere a disposizione un flusso crescente di dati utili a introdurre soluzioni innovative nelle diverse attività aziendali: più dati per il monitoraggio dei bus anche con nuovi strumenti tecnologici, maggiori informazioni ai clienti, miglioramento della sicurezza a bordo bus, nuove soluzioni per una maggior efficacia degli interventi manutentivi.

Per poter attivare Cities Avm, Amt ha dovuto intervenire sulle infrastrutture hardware aziendali: sono state introdotte macchine più performanti di ultima generazione che utilizzano una piattaforma virtuale e che consentono maggior affidabilità e controllo in tempo reale del sistema. È stata installata in tutte le rimesse una rete di proprietà di Amt in fibra ottica per la trasmissione dei dati dei bus al sistema centrale ed è stato attivato un anello in fibra ottica esclusiva con velocità di 10 gigabit per secondo che collega tutte le rimesse con la sede della direzione Amt.

«Il settore dei trasporti è in forte evoluzione tecnologica; IoT e Big Data consentono di sviluppare nuovi modelli di servizio a favore dei cittadini e di una maggiore efficienza – commenta Marco Beltrami, amministratore unico di Amt – proseguiamo in un processo di rinnovamento tecnologico finalizzato ad offrire servizi di sempre maggior qualità. La tecnologia offerta da Leonardo è uno dei pilastri di questa strategia».

Nuove informazioni a disposizione

Più monitoraggio dei bus sul territorio
Il nuovo Si.Mon consente di migliorare il monitoraggio dei mezzi, in particolare gli operatori Amt presenti sul territorio con funzioni di coordinamento del servizio potranno avere a disposizione una App di Si.Mon istallata sui propri dispositivi tecnologici. Questo consentirà di avere Si.Mon “a portata di mano” e di verificare in tempo reale l’andamento delle linee su strada rendendo la gestione del servizio più reattiva. Sono, inoltre, stati installati una serie di “alert” automatici sui vari parametri aziendali, che verranno progressivamente attivati in modo da facilitare e velocizzare le attività di regolazione dei mezzi in circolazione.

Più informazioni ai clienti
La nuova soluzione migliorerà alcune funzionalità come, ad esempio, il “calcola percorso” e renderà disponibili al pubblico le previsioni di arrivo in tempo reale dei mezzi non solo come avviene oggi sulle paline e sulla App Amt ma anche su piattaforme di mercato (Google, Moovit). La segnalazione dei transiti dei mezzi visualizzabili tramite paline e App saranno, inoltre, arricchite di informazioni importanti come l’indicazione, con icona dedicata, di bus dotati di pedana per l’accesso a bordo delle persone diversamente abili.

Più sicurezza a bordo bus
Il nuovo sistema introduce ulteriori misure di sicurezza a bordo bus. Sui mezzi di nuova fornitura è stato installato un sistema di videosorveglianza di ultima generazione fornito da Leonardo che potrà consentire a breve di monitorare in tempo reale le situazioni di emergenza direttamente dalla centrale, attraverso le telecamere installate sui bus.

Più efficacia negli interventi di manutenzione
Le nuove funzionalità di Si.Mon comprendono anche la possibilità di ricevere dal sistema informazioni utili per consentire interventi più efficaci e rapidi in termini di manutenzione. Tutti i nuovi autobus sono stati dotati di un sistema di rilevamento di dati tecnici quali quelli su motore, temperature, livelli liquidi, chilometri percorsi e altri. Questi dati sono trasmessi in tempo reale alla centrale operativa così da permettere il pronto intervento dei tecnici Amt in caso di guasti e malfunzionamenti. I bus, inoltre, al momento del rientro, trasmettono alle rimesse di competenza, tramite rete wifi, tutti i dati raccolti nel corso della giornata. Tutto questo permetterà di pianificare in modo ottimale la manutenzione preventiva (manutenzione programmata) e di impostare politiche per la manutenzione predittiva (manutenzione per possibile verificarsi di guasto).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.