Santa Margherita potrà presto riavere il Parco del Flauto Magico, in corso Rainusso, chiuso al pubblico dal 2012 e riaperto solo parzialmente dal 2015. L’area che ospita i lavori di Emaunuele Luzzati sarà nuovamente accessibile grazie a un finanziamento di 80 mila euro chiesto e ottenuto della Compagnia di San Paolo.

Il progetto prevede di lavorare sull’esistente, recuperando alcuni giochi e spostandone o rimuovendone altri; ripristinare l’illuminazione, gli arredi, i vialetti e il verde pubblico; e la creazione di uno spazio dove poter svolgere attività ludico-culturale. Non si tratta soltanto di un intervento di ripristino strutturale, ma prevede anche una parte di animazione artistico-culturale per garantire la fruizione dell’opera da parte di cittadini e ospiti.

Gli interventi, dopo oltre un anno di lavoro, sono stati concordati con tutti i soggetti coinvolti nella creazione originale – che sono stati “riattivati” dall’Amministrazione – del Parco del Flauto Magico che rimarrà a tema e non sarà snaturato. Comune di Santa Margherita Ligure, Fondazione Luzzati, Arbre Magique, Coop, Latte Tigullio, Anpi; a questi si aggiungono l’Unicef e l’Associazione culturale Kores (con cui il Comune di Santa Margherita Ligure in questi anni ha collaborato per alcune iniziative come ad esempio la conferenza dell’ex astronauta Malerba) che si è fatta promotrice della richiesta alla Compagnia di San Paolo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.