Nuovo sciopero dei lavoratori dell’impianto di manutenzione dei treni di Genova Brignole, in programma mercoledì 24 luglio.

Secondo quanto si legge nella nota sindacale (Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt, Fast Mobilità, Orsa ferrovie), dopo la precedente protesta del 3 giugno scorso, “le organizzazioni sindacali hanno più volte sollecitato un incontro con il sindaco per chiedergli di riconsiderare la posizione della giunta, che ha sottoscritto un protocollo che prevede l’abbandono dell’area da parte di Trenitalia, probabilmente per lo sfruttamento immobiliare degli spazi lasciati liberi all’altezza di piazza Giusti. La convocazione ricevuta in commissione per il 26 giugno è stata purtroppo inspiegabilmente ritirata senza essere ricalendarizzata. Poiché le organizzazioni sindacali non possono ignorare l’evidente rimpallo di responsabilità fra Trenitalia e Comune di Genova, e la conseguente assenza di soluzioni tangibili alle richieste sindacali di mantenimento delle attività manutentive a Genova Brignole, è stata proclamata una seconda azione di sciopero”.

I sindacati chiedono che Trenitalia mantenga un sito manutentivo efficiente, con i volumi di attività attuali e che il Comune “torni sui suoi passi confermando le scelte già espresse con la delibera della giunta comunale del 28 luglio 2016, perché la manutenzione ferroviaria è sinonimo di qualità e sicurezza del servizio e perché Genova non può permettersi di perdere altri cento posti di lavoro di qualità che corrispondono a investimenti per il territorio da parte di un grande gruppo industriale come FS”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.