Si è svolta questa mattina la cerimonia di inaugurazione del ricollocamento all’interno del Great Campus della stele a memoria dei partigiani di Ansaldo San Giorgio caduti per la libertà.

All’evento hanno partecipato Carlo Castellano in rappresentanza di Esaote e Genova High Tech, Arianna Viscogliosi, assessore al personale e alle pari opportunità e diritti del Comune di Genova, il rettore dell’Università di Genova, Paolo Comanducci, la senatrice Roberta Pinotti, l’ex sindaco di Genova Giuseppe Pericu, Pietro Modiano, commissario straordinario di Carige, Antonio Caminito per Fim Fiom Uil, Massimo Bisca (Anpi Genova), lo storico Luca Borzani e don Gian Piero Carzino, cappellano del lavoro. Erano presenti rappresentanze dei lavoratori delle principali aziende del ponente genovese, i consigli di fabbrica delle aziende di Erzelli e del’Iit e una delegazione dello stabilimento Esaote Firenze.

Eretto nel 1953 nello stabilimento Ansaldo San Giorgio di via Siffredi, a Sestri Ponente, il monumento ai caduti si distingue per essere stato l’unico realizzato direttamente dall’azienda in collaborazione con le organizzazioni sindacali. Tre anni fa Esaote si trasferisce agli Erzelli lasciando i locali di via Siffredi (ora destinati ad altro utilizzo), in cui si era insediata nel 1981 come Ansaldo Elettronica Biomedicale.

Con il trasferimento nella nuova sede del Great Campus, Esaote porta con sé questo pezzo di storia, passato, simbolicamente, dai vecchi spazi chiusi della fabbrica manifatturiera all’ecosistema dell’industria digitale 4.0 e così, in uno spazio aperto, ora accessibile non soltanto a tutti coloro che già attualmente vi lavorano ma a tutti i cittadini. Un ponte tra tradizione ed innovazione, nel pieno spirito del processo di innovazione tecnologica che anima il Parco Scientifico e Tecnologico degli Erzelli.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.