In arrivo in Liguria quasi 5,4 milioni di euro per 26 progetti di finanziamento nell’ambito del programma biennale (2019-2020) per la tutela del patrimonio culturale italiano del ministero per i Beni e le attività culturali, che destina complessivamente 180 milioni di euro di risorse per 595 interventi nel Paese. Il programma biennale, approvato dal ministro Alberto Bonisoli, è finanziato con le risorse derivanti dalla legge n. 190 del 23 dicembre (Legge di stabilità 2015), commi 9 e 10.

«Un’attenzione al patrimonio che necessita di interventi di tutela – ha dichiarato Bonisoli – e che è frutto di un puntuale lavoro di ricognizione sui territori, attraverso il coinvolgimento di tutti gli istituti periferici del ministero. Tra le priorità, il restauro dei beni culturali, in particolare quelli colpiti da calamità naturali; il recupero di aree paesaggistiche degradate, la prevenzione contro i rischi sistemici e ambientali, ma anche l’efficientamento energetico e il miglioramento dell’accessibilità, intesa come obiettivo per la partecipazione e l’inclusione sociale».

Le cifre più significative per la Liguria sono quelle destinate al completamento degli interventi di recupero che interessano l’ala di Vico Pace del Palazzo Reale di Genova (1 milione di euro), al restauro, adeguamento funzionale e al nuovo allestimento del Museo Archeologico Nazionale di Chiavari (650 mila euro). L’attenzione del ministero va, tra i vari interventi, anche all’allestimento del Museo Navale Romano, del Museo della Città e alla valorizzazione delle aree archeologiche urbane di Albenga, grazie a un finanziamento di 500 mila euro, e al consolidamento, al restauro e alla valorizzazione della genovese Villa Centurione (400 mila euro). Con 100 mila euro, invece si provvederà a completare la nuova sede della Biblioteca Universitaria di Genova, in via Balbi 40, affinché possa esserne ottimizzata la fruizione.

Clicca qui per consultare tutti gli interventi finanziati

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.