L’azienda chiavarese Wyscout, che con la sua piattaforma di video e dati è diventata punto di riferimento del calcio professionistico mondiale, si unisce da oggi al Gruppo americano Hudl.

Hudl e Wyscout condividono lo spirito e gli obiettivi. Come Wyscout è nata nella piccola Chiavari, cosi Hudl è nata nella “piccola” Lincoln – Nebraska, da un gruppo di universitari che ha sviluppato un software per analizzare le partite di football americano. Hudl è crescita molto negli ultimi anni, sostenuta da fondi di investimento, e si pone l’obiettivo di diventare punto di riferimento per tutti i club professionistici al mondo, in tutti gli sport. Wyscout andrà a integrarsi al gruppo Hudl apportando un brand unico nel calcio, una rete di clienti e rapporti ormai forte e sviluppata in oltre 100 Paesi, un team e conoscenze specifiche nel calcio davvero invidiabili.

Matteo Campodonico, fondatore e amministratore delegato di Wyscout, spiega: «Wyscout ha vissuto diverse fasi negli anni: quella del garage, quella dei primi investimenti, quella della crescita e del diventare azienda. Ora siamo pronti per questo nuovo passo. Entriamo in un gruppo 10 volte più grande di noi e molto ambizioso. E lo facciamo in un momento dove il mercato ha iniziato a consolidarsi, dove è necessario investire a 6 zeri per competere sul big data, dove servono competenze e risorse non prevedibili alcuni anni fa. Riteniamo sia la scelta più giusta per consolidare la nostra posizione sul mercato e crescere ulteriormente e siamo felici di offrire a tutti i nostri dipendenti nuove opportunità di carriera che si apriranno entrando in un ambizioso gruppo internazionale. Siamo contenti perché abbiamo condiviso con Hudl un piano dove Chiavari rimarrà al centro del progetto Wyscout. È un nuovo inizio e ringrazio tutti quelli che hanno contribuito al successo di Wyscout fino a oggi».

La sede di Wyscout rimarrà a Chiavari, ma l’ingresso del nuovo gruppo genererà ulteriori benefici sul territorio. Gli attuali azionisti di Wyscout continueranno a investire sul territorio e nell’ambito delle tecnologie legate allo sport, attraverso le attività dell’incubatore – Wylab – e delle sue startup partecipate.

Nelle operazioni di negoziazione e di closing, Wyscout è stata supportata da LCA Studio Legale e in particolare dall’avvocato chiavarese Andrea Messuti, partner dello Studio. Hudl è invece stato assistito da un altro studio legale italiano che è Nunziante Magrone. L’avvocato che ha seguito l’operazione è Fiorella Alvino.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.