Nella seconda parte del 2018 i valori immobiliari di box e posti auto, nelle grandi città, hanno subito un leggero ribasso (-1,2% e -0,1%). A Genova il valore dei box è crollato del 6,2%, mentre quello dei posti auto è diminuito dello 0,4%. Calo anche a Imperia (rispettivamente -2,1% e -6,7%). Invariati i prezzi alla Spezia, aumentano a Savona i prezzi dei box (+2,8%), mentre restano stabili quelli dei posti auto. A dirlo è l’ultima indagine dell’ufficio studi del Gruppo Tecnocasa. 

Bologna e Milano sono invece le realtà in cui i prezzi dei box sono in aumento, trend in parte determinato dalla generale ripresa del mercato immobiliare residenziale. Anche i dati dell’Agenzia delle Entrate confermano una tendenza al rialzo delle transazioni che sono in aumento del 5,2%. I prezzi più alti interessano sempre le zone centrali dove l’offerta di box non è elevata, ci sono difficoltà di parcheggio e, spesso, immobili storici privi o con pochi box. A Genova i prezzi dei box oscillano tra i 20 mila e i 50 mila euro a seconda dei quartieri, in provincia arrivano anche a 65 mila euro (Arenzano). Nell’imperiese i prezzi dei box viaggiano tra i 20 e i 30 mila euro nel capoluogo di provincia, ma arrivano anche a 52 mila euro nel centro di Sanremo. La Spezia è più economica, con prezzi tra i 13 e i 20 mila euro. A Savona città i prezzi variano maggiormente in una fascia compresa tra i 15 e i 28 mila euro. In provincia il prezzo più alto si registra a Loano (55 mila euro).

L’analisi delle informazioni raccolte presso le agenzie affiliate Tecnocasa e Tecnorete mostra che, nel secondo semestre del 2018, il 70,4% delle operazioni sui box ha avuto come finalità l’acquisto, mentre il 29,6% ha avuto come finalità la locazione. Rispetto a un anno fa si registra un aumento della percentuale di compravendite, nel secondo semestre del 2017 gli acquisti si fermavano al 64,8%, mentre le locazioni si attestavano al 35,2% del totale delle operazioni.

L’aumento della percentuale di chi compra il box auto trova conferma nella generale ripresa del mercato immobiliare residenziale. Il 48,8% di chi ha comprato il box lo ha fatto per investimento, si tratta infatti di una tipologia immobiliare sempre molto richiesta in locazione e più facile da gestire rispetto all’abitazione. La percentuale di acquisti per investimento è comunque in lieve contrazione, nel secondo semestre del 2017 infatti si attestava al 55,3%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.