Arriva a Genova Too Good To Go, l’applicazione per smartphone che permette ai ristoratori di mettere in vendita a prezzi ridotti il cibo invenduto a fine giornata. Ad aderire all’iniziativa non solo locali storici della città, come l’Antico Forno Patrone e il pastificio Danielli, ma anche i supermercati Doro e i punti vendita Eataly e Carrefour.

L’app di Too Good To Go è disponibile su App Store e Google Play

L’app ha già superato i 140 mila utenti in soli tre mesi dal lancio, nelle città di Milano, Torino, Bologna, Firenze e Verona. E ora tocca a Genova.

Nata nel 2015 in Danimarca, Too Good To Go è presente in 12 Paesi d’Europa con oltre 12 milioni di utenti ed è tra le prime posizioni negli App Store e Google Play. In Italia è stata accolta con grande entusiasmo, permettendo da aprile a oggi di salvare oltre 30 mila pasti.

Come funziona: i ristoratori e i commercianti di prodotti freschi iscritti all’applicazione possono mettere ogni giorno in vendita le Magic Box, delle “bag” con una selezione di prodotti e piatti freschi, rimasti invenduti a fine giornata e che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo. Ciascun commerciante ha la possibilità di indicare ogni giorno la quantità di Magic Box disponibili a seconda di quanto invenduto prevede di avere a fine giornata.

Dall’altra parte, i consumatori possono acquistare con un semplice tap sull’applicazione ottimi pasti a prezzi minimi, tra i 2 e i 6 euro, impegnandosi allo stesso tempo nella lotta agli sprechi e nella tutela dell’ambiente, considerando che ogni Magic Box acquistata permette di evitare l’emissione di 2 kg di Co2. Basta geolocalizzarsi e cercare i locali aderenti, che verranno visualizzati sulla mappa della città con dei pallini di tre colori: verde per quelli che hanno ampia disponibilità di Magic Box, giallo (disponibilità limitata), rosso (Magic Box esaurite o non disponibili per la giornata: nessuno spreco).

Una volta scelto il locale preferito, l’utente potrà ordinare la propria Magic Box e pagarla tramite l’app con Carta di Credito (Mastercard, Visa o Maestro), Paypal o il servizio Google Pay. Poi basterà recarsi al negozio nella fascia oraria specificata, mostrare la conferma al rivenditore tramite app e ritirare la Magic Box per scoprire cosa c’è dentro. Inoltre, per limitare l’uso di imballaggi, i negozi aderenti a Too Good To Go incoraggeranno i clienti stessi a portare da casa contenitori e sacchetti propri.

Chi ha aderito a Genova

A Genova sono numerosi i punti vendita che hanno aderito all’iniziativa, tra cui diversi rappresentanti della gdo: Carrefour, che ha scelto Too Good To Go per accelerare il raggiungimento dell’obiettivo di riduzione dello spreco alimentare non soltanto a livello sociale ma anche ambientale; Doro supermercati, presente in maniera capillare nella regione e con oltre 7 punti vendita a Genova, ha ugualmente aderito. C’è anche Eataly, che continua a estendere la propria rete sostenibile dopo aver coinvolto i punti vendita di Torino, Milano e Firenze.

Il progetto ha poi incontrato il favore di diversi locali storici della città, tra i quali l’Antico Forno Patrone, un laboratorio artigianale a conduzione familiare che annovera tra le sue specialità la tipica fugassa ligure. Ha ugualmente aderito alla lotta anti-spreco il pastificio Danielli, la Cremeria Ciarapica e il Bar Bistrot Mentelocale, situato all’interno dell’edificio storico di Palazzo Ducale.

Ogni anno nel nostro Paese si sprecano oltre 10 milioni di tonnellate di cibo, pari a circa 15 miliardi l’anno: Too Good To Go sta creando una rete impegnata nella lotta agli sprechi e nella tutela dell’ambiente, considerando che ogni Magic Box acquistata permette di evitare l’emissione di 2.5 kg di CO2.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.