Sarà possibile per tutti i titolari di edicola, dal 4 all’11 giugno, presentare le domande di partecipazione al bando per la concessione di contributi finalizzati al miglioramento, alla riqualificazione e all’innovazione dei servizi offerti dalle edicole, in particolare per ciò che riguarda i settori dell’informazione turistica, della logistica cosiddetta “dell’ultimo miglio” (raccomandate e pacchi postali) e dell’intermediazione di servizi a valore aggiunto.

L’agevolazione consisterà in un contributo a fondo perduto del 60% calcolato sulle spese riferite a progetti da avviare o avviati dal 1 gennaio 2019 e non conclusi alla data di presentazione della domanda, e per i quali saranno stati ritenuti ammissibili a finanziamento investimenti non inferiori a 2.500 euro e non superiori a 10.000 euro, anche qualora l’investimento complessivo risultasse più elevato.

In un mondo sempre più digitale, fatto da un’infinità di micro-editori (almeno quante sono le pagine Facebook), la vendita di informazione a piano strada è diventata una missione complicata per i tanti titolari di edicole. Sempre più spesso ci accorgiamo di chiusure di edicole nelle nostre città e chi vuole cedere l’attività è costretto dal mercato ad accettare condizioni fino a poco tempo fa impensabili. È necessario quindi intervenire per innovare questo settore e per provare a renderlo competitivo nella contemporaneità, con nuove possibilità per i clienti.

L’obiettivo della Regione è quello di rendere le edicole protagoniste della così detta logistica dell’ultimo miglio, a servizio delle amministrazioni territoriali, delle aziende del trasporto pubblico e delle aziende di promozione turistica e luoghi per la socialità e per la l’informazione, dotati di spazi che consentano una sosta dei clienti per la lettura.

«Con questa misura – dichiara Claudio Muzio, consigliere di Forza Italia, promotore dell’iniziativa – si potrà dare un sostegno a un settore che in questi ultimi anni ha vissuto una profonda crisi. La presenza delle edicole nei nostri territori, in particolare nell’entroterra, costituisce un presidio che va salvaguardato, e in questa direzione si sta muovendo la Regione»

Secondo Christian Cartosio, genovese, e presidente nazionale di Fenagi, Federazione nazionale giornalai italiani, «Il bando è una cosa utile, sicuramente. Ci auguriamo soltanto che non sia una misura una tantum perché un sostegno alle edicole è importante anno dopo anno, vista la crisi generale». Cartosio è prudente, non concede altre dichiarazioni vista l’attuale discussione, a livello nazionale, agli stati generali dell’editoria, dove i commercianti chiedono supporto allo stato in una condizione in cui le edicole sono diminuite in 10 anni da quarantamila a ventottomila (dati di Ads).

Le domande per la partecipazione al bando devono essere presentate dal 4 all’11 giugno presso Filse, per via telematica all’indirizzo di posta certificata concessioni.filse@legalmail.it, oppure a mezzo raccomandata postale all’indirizzo Filse spa – via Peschiera 16 – 16122 Genova.

Ulteriori informazioni e la modulistica necessaria possono essere reperite cliccando qui.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.