Alberto Martini, già direttore del dipartimento di Pediatria e poi direttore scientifico dell’Istituto Gaslini sino al dicembre 2018, riceve quest’anno il premio alla carriera dalla Società europea di reumatologia (Eular).

Il Meritorious service award viene consegnato ogni anno a un reumatologo che si sia distinto per eccezionali meriti clinici e scientifici. La consegna prevista mercoledì 12 giugno in occasione della cerimonia inaugurale del congresso annuale dell’Eular a Madrid.

Il premio viene in genere attribuito a un reumatologo dell’adulto ed è raro che venga assegnato, come in questo caso, a un reumatologo pediatra.

Il centro di Reumatologia pediatrica dell’Istituto Gaslini, guidato da Martini, per i risultati scientifici raggiunti e la competenza clinica, ha guadagnato la leadership mondiale in questo settore.
Dal 2008, la Reumatologia del Gaslini è stato riconosciuta dall’Eular stessa come centro di eccellenza europeo, per 10 anni unico in Italia per la reumatologia e unico in Europa per la reumatologia pediatrica.

I contributi del professor Martini e del suo gruppo, pubblicati sui maggiori giornali di medicina del mondo, hanno contribuito in maniera determinante a migliorare la diagnosi e a scoprire nuove terapie delle malattie reumatiche del bambino e in particolare dell’artrite idiopatica giovanile sistemica e delle pericarditi idiopatiche ricorrenti.

Autore di più di 400 lavori su riviste scientifiche internazionali, il professor Alberto Martini è stato dal 2010 al 2016 presidente della Società Europea di Reumatologia Pediatrica (Pres) ed è fondatore e chairman della “Pediatric Rheumatology International Trial Organization”.

Questa rete, fondata nel 1996 e che ha la sede direttiva al Gaslini, raduna 640 centri di reumatologia pediatrica appartenenti a 90 diversi Paesi ed è stata la protagonista degli studi che hanno permesso la messa in commercio dei nuovi farmaci per le malattie reumatiche del bambino.

Nel 2016 il professor Martini ha ricevuto il “Master Award” dell’American college of rheumatology e, nel 2018,  la “Gold Medal” della Paediatric rheumatology european society.

«Siamo orgogliosi di questo premio alla carriera assegnato a uno dei nostri “gasliniani” eccellenti – commenta il direttore generale Paolo Petralia – che tanto hanno saputo dare ai bambini e alla scienza medica. La “scuola” creata al Gaslini dal professore Alberto Martini continua oggi a rendere il nostro centro un eccellenza in reumatologia a livello mondiale, confermato dall’Eular anche nel 2018: e il fatto che oltre l’80% dei pazienti ricoverati al Gaslini per patologie reumatiche vengano da altre regioni conferma il valore della clinica e della ricerca consolidate negli anni dal professor Martini e dal suo gruppo, a cui vanno la più cordiale riconoscenza e le più sentite congratulazioni».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.