«L’approvazione dello Sblocca Cantieri è un’ottima notizia per l’Italia. Far ripartire le opere pubbliche è una priorità assoluta. Ora facciamo in modo che le nuove norme si applichino rapidamente e programmiamo tutte infrastrutture che mancano al Paese». È il commento, postato su Facebook, del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti all’approvazione alla Camera del decreto Sblocca Cantieri.

L’aula ha approvato il decreto con 259 sì, 75 no e 45 astenuti. Il provvedimento, su cui il governo ha posto la questione di fiducia, è ora legge e non ha subito modifiche nel suo passaggio a Montecitorio.

Tra i punti previsti dal decreto, la trasformazione del Terzo Valico e del nodo di Genova in un Progetto Unico con limite di spesa ridotto da 6,9 a 6,8 miliardi e con l’avvio del sesto lotto costruttivo da 833 milioni.

Tra le principali norme contenute dalla legge, quelle riguardanti gli appalti: la sospensione di alcuni punti rilevanti del codice degli appalti fino al 31 dicembre 2020, in attesa di una nuova definizione delle regole per liberare dalla burocrazia le imprese. Garantite le soglie in vigore per i subappalti e salvaguardati gli obblighi di sicurezza. Decade la possibilità di escludere dalle gare le imprese sulla base di violazioni non accertate in via definitiva.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.