Arpal, dalle prime ore di domani, venerdì 28 giugno, sarà impegnata con il proprio personale nelle verifiche ambientali connesse alla demolizione di Ponte Morandi.

I campionamenti sull’eventuale presenza di fibre di amianto potenzialmente aero-disperse dopo la demolizione saranno effettuati a supporto di Asl 3. Allo stesso modo, il monitoraggio della qualità dell’aria è finalizzato ad accertare il ritorno alle condizioni pre-esplosione.

La rete di monitoraggio Arpal servirà per confrontare i dati con quelli della rete di rilevamento installata dall’Associazione temporanea di imprese.

Tutte le informazioni saranno a disposizione della Prefettura e della Struttura Commissariale, che si occuperà di fornire gli aggiornamenti sull’evoluzione della situazione.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.