Cyber Challenge: l’allenamento dei giovani sulla sicurezza informatica passa anche per Genova

Le iniziative e i progetti nazionali di formazione e allenamento sulla cyber security che coinvolgono anche l'ateneo genovese

Sfide e allenamenti per formare le giovani generazioni in ambito di cyber security, con l’obiettivo di creare anche nuove figure professionali sempre più richieste dal mercato del lavoro. Da queste esigenze nasce Cyber Challenge, un progetto promosso dal Cini, Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica, che coinvolge anche la Liguria. Se ne è parlato nel corso del Convegno internazionale sulla Cyber security, Cset 2019, in corso, ancora oggi, a Palazzo della Borsa a Genova.

 

 

 

 

Cyber Security for energy & transport infrastructure: a Genova i massimi esperti mondiali a confronto

Giunto alla terza edizione, il progetto Cyber Challenge coinvolge quest’anno 18 atenei italiani (erano 9 l’anno scorso), tra cui l’Università di Genova. Complessivamente, 72 ragazzi che giovedì 27 giugno, alla Scuola Telecomunicazioni delle Forze Armate di Chiavari, si sfideranno nella finale nazionale a colpi di cyber security. La premiazione si svolgerà il giorno successivo, sempre a Chiavari, alla presenza del ministro della Difesa.

Parallelamente si sta sviluppando anche Cyber Range, una rete nazionale di simulazione per sessioni di cyber security, che comprende anche i nodi universitari di Torino e Genova. Veri e propri “poligoni di tiro virtuali” in cui studenti e operatori possono allenarsi in vari ambiti, da quello della difesa, anche in collaborazione con Leonardo, fino alla sanità: «Un’infrastruttura di simulazione per effettuare sessioni virtuali ma molto realistiche di cyber security − spiega Alessandro Armando, professore di Ingegneria Informatica dell’Università di Genova − Ciò consente al personale coinvolto di esercitarsi in modo estremamente realistico nella gestione di un attacco».

Due le iniziative a livello nazionale: «Unavox − descrive Armando − cofinanziato dal ministero della Difesa, con capofila Leonardo, a cui partecipa anche l’ateneo genovese, che ha l’obiettivo di addestrare il personale della difesa. Insieme al Cini stiamo anche lavorando a una rete federata di Cyber Range, una serie di laboratori sulla sicurezza dedicati a diversi temi: reti elettriche, idroelettrico, cloud, sanità. Su questa iniziativa ci aspettiamo risultati concreti nel giro di un anno».

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.