«Abbiamo un governo che pensa di riconvertire la siderurgia con allevamenti di cozze, che cambia le regole in corsa e che per recuperare consenso elettorale mette in discussione il lavoro e la dignità di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie. Siamo sull’orlo di un burrone. Non capiamo come si sia potuto arrivare a questo punto, una politica nazionale inconcludente e soprattutto pericolosissima». È quanto dichiara in una nota Alessandro Vella, segretario generale di Fim Cisl Liguria, a proposito del provvedimento inserito nel  Dl Crescita che modifica la tutela legale per il nuovo gestore dello stabilimento di Taranto, ArcelorMittal in relazione a eventuali danni ambientali.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.