Una nuova flotta di mezzi elettrici Amt di ultima generazione al servizio dell’ospedale policlinico San Martino di Genova: da inizio settimana circolano all’interno del perimetro ospedaliero, sulla linea 518, due nuovi autobus elettrici, con un’autonomia superiore rispetto ai precedenti e con un maggior comfort per i cittadini che, come da prassi, ne usufruiscono gratuitamente (ne avevamo parlato qui).

L’attivazione del servizio, seguita a una fase sperimentale, si inserisce in un più ampio progetto che prevede la realizzazione delle nuove e note aree parcheggio all’interno delle mura ospedaliere.

«Ci fa particolarmente piacere aver inaugurato la nuova flotta di bus elettrici con il servizio all’interno dell’Ospedale di San Martino − afferma l’amministratore unico di Amt Marco Beltrami − Attenzione all’ambiente e innovazione, su cui Amt sta investendo molte energie, sono particolarmente doverose all’interno di una struttura dedicata alla salute dei cittadini».

I nuovi mezzi elettrici Rampini sono bus da 7,8 metri, full electric, con 45 posti totali di cui 10 a sedere; sono dotati di pianale ribassato, pedana per l’accesso delle persone in carrozzella, porta centrale scorrevole, impianto di climatizzazione e telecamere per la videosorveglianza a bordo. I veicoli sono completamente elettrici e hanno batterie a bordo per un totale di 180 kWh con sistema di ricarica notturna in rimessa (over night charging).

Disegnata da Amt per questi bus, una nuova livrea bianca e rossa che sarà la particolarità di tutti i mezzi elettrici.

«Grazie alla fattiva collaborazione con il Comune di Genova e Amt − commenta il direttore generale dell’Ospedale Policlinico San Martino Giovanni Ucci − il Policlinico è in grado di offrire ai pazienti e a tutti gli utenti del San Martino un unico sistema di trasporto comodo, efficiente ed ecologico, con corse frequenti che raggiungono tutti i padiglioni ospedalieri. Ci auguriamo che sempre più cittadini decidano di servirsi dei sistemi integrati di trasporto urbano contribuendo a rendere più fluida la circolazione interna».

Spiega il vicesindaco del Comune di Genova, Stefano Balleari: «Un segnale importante che testimonia l’attenzione di questa amministrazione per le tematiche legate alla mobilità sostenibile, ancor più in un contesto sensibile come il Policlinico che accoglie giornalmente moltissime persone».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.