Iren Ambiente, società del gruppo Iren attiva nella gestione integrata dei rifiuti, ha siglato un contratto preliminare con le società FG Riciclaggi e Liguria Ecologia, per acquisire il 100% del capitale sociale di Ferrania Ecologia e il ramo d’azienda di FG Riciclaggi afferente al settore rifiuti.

Il contratto preliminare siglato con FG Riciclaggi prevede l’acquisto del 50% del capitale sociale di Ferrania Ecologia di proprietà di Liguria Ecologia srl (controllata dal gruppo Duferco) e l’acquisto del 50% del capitale sociale di Ferrania Ecologia di proprietà di FG Riciclaggi spa, previo conferimento da parte di quest’ultima in Ferrania Ecologia del proprio ramo d’azienda relativo al settore rifiuti a liberazione dell’aumento di capitale che sarà deliberato da FG Riciclaggi e Iren Ambiente.

Il Gruppo FG Riciclaggi opera nella valorizzazione dei rifiuti da RD (in particolare plastica e ingombranti e intermediazione FORSU) e detiene tre impianti a Cairo Montenotte, Savona e Albenga, mentre la società Ferrania Ecologia gestisce il biodigestore di Cairo Montenotte (Savona) da 45 mila ton/anno (30 kton di FORSU e 15 kton di verde) già autorizzato al raddoppio della propria capacità a 80 mila ton/anno (60 mila ton di Forsu e 20 mila ton di verde).

L’operazione, soggetta a condizioni sospensive che dovranno essere verificate entro la fine del mese di maggio, prevede un corrispettivo di circa 6 milioni di euro per l’acquisto dell’intero capitale sociale di Ferrania a valle del conferimento del ramo d’azienda di FG riciclaggi oltre alla stipula di un contratto con Duferco Engineering per la realizzazione del raddoppio del biodigestore di Cairo Montenotte.

«Questa operazione – ha dichiarato il presidente di Iren Paolo Peveraro – rappresenta un ulteriore passo avanti verso la conferma di Iren quale polo aggregatore all’interno dei suoi territori di riferimento, coerentemente con quanto indicato nel piano industriale e quanto realizzato in questi anni. A conclusione del mio mandato, iniziato 3 anni fa consegno al Gruppo le premesse per la diciassettesima operazione di M.&.A. Tali operazioni hanno garantito a Iren un contributo in termini di ebitda di oltre 120 milioni di euro nel triennio».

«L’operazione consentirebbe a Iren Ambiente – commenta Massimiliano Bianco, amministratore delegato del Gruppo Iren – di avviare un concreto radicamento nel territorio savonese saldando in prospettiva le sinergie lungo il bacino Savona-Genova-La Spezia. Tali sinergie possono concretamente realizzarsi attraverso l’ottimizzazione della capacità dell’impianto Forsu di Ferrania».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.