Dopo gli ombrelli, arrivano le girandole a colorare via XXV Aprile e presto anche via Roma, galleria Mazzini e salita Santa Caterina a Genova. L’iniziativa è del civ Sestiere Carlo Felice, 130 associati tra commercianti e professionisti, con il supporto di Comune di Genova, Sovrintendenza e Ascom.

Dopo il grande successo, forse inaspettato, degli ombrelli appesi lo scorso anno, per l’estate 2019 l’idea è quella di richiamare il vento e il gioco: «Per questo abbiamo fortemente voluto le girandole − racconta Pierpaolo Dell’Acqua, presidente civ Sestiere Carlo Felice − prima di tutto perché sono a favore di vento. Ma anche perché la girandola fa tornare bambini. Del resto, l’anno scorso abbiamo venduto gli ombrelli raccogliendo circa 14 mila euro proprio a favore dell’ospedale Gaslini. Anche qui, in un piccolo spazio, installeremo non a caso un po’ di girandole». Nel legame con i più piccoli si inserisce anche Luzzati: «Le girandole sono comparse oggi a nostra insaputa, ma in realtà l’installazione doveva partire la prossima settimana, in occasione dell’inaugurazione della mostra dedicata all’artista, il 3 giugno al Ducale: alcune girandole dovrebbero essere inserite anche dentro il palazzo».

Dal punto di vista commerciale, l’intento è anche quello di «invitare i genovesi a vivere e riconquistare la città a piedi», per “ripopolare” alcune vie poco frequentate, proprio come via Roma e via XXV Aprile: l’anno scorso il civ ha riscontrato un aumento di passaggio proprio grazie all’installazione degli ombrelli colorati, che hanno attirato genovesi e turisti. «Anche per questo abbiamo deciso quest’anno di portare le girandole anche in via XII Ottobre − spiega Dell’Acqua − Visto che le chiusure di Moody e di Rinascente hanno creato una zona ombra. Inoltre, si tratta pur sempre di una zona che fa parte del civ».

Così come per gli ombrelli, anche le girandole sono fornite da un’azienda ligure: si tratta di Giobas, storica impresa della val Fontanabuona, con sede a Gattorna. «Abbiamo scelto le girandole da 80 cm e qualcuna da 120 cm. L’impegno economico è stato importante, sono oggetti molto costosi. Speriamo possano avere lo stesso successo dell’anno scorso, se non di più: gli ombrelli colorati erano una novità per Genova, ma non nel resto del mondo. Quest’anno invece le girandole potrebbero essere un’idea “vergine”».

A partire da oggi, le girandole coloreranno le vie del centro genovese per circa tre mesi: «Dovremmo toglierle verso la fine di agosto, ma dipenderà anche dal loro stato di conservazione», precisa Dell’Acqua.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.