La Camera di Commercio Riviere di Liguria ha accolto oggi, nella sede di Imperia, una delegazione di buyer provenienti dalla Russia. Sono stati coinvolti dieci buyer suddivisi fra i due settori di interesse, quindi 7 dirigenti o referenti di importanti realtà del settore eno-agroalimentare e 3 del settore turistico. La delegazione ha incontrato gli amministratori e i vertici della CCIAA Riviere di Liguria.

La visita si inquadra nell’ambito del progetto proposto dalla stessa CCIAA che è partner, sin dalla sua nascita, dell’associazione Mirabilia creata per valorizzare le potenzialità espresse dalle imprese del tessuto economico di riferimento. Su queste basi, a ottobre del 2018, a Pavia si è tenuta una due giorni di incontri B2B nell’ambito del settore enogastronomico e turistico. La Camera di Commercio di Pavia ha considerato che un importante e strategico mercato di riferimento può essere individuato nel bacino della federazione Russa e tale impostazione è stata condivisa dalla Camera di Commercio Riviere di Liguria che ha chiesto, quindi, di aderire all’iniziativa. La delegazione russa si è spostata dal territorio pavese sulla Riviera ligure di Ponente con un programma serrato che spazia dagli incontri con aziende del settore agroalimentare e importanti realtà fiore all’occhiello dell’hotellerie ligure alle visite guidate, fino alla conclusione del programma nella giornata di mercoledì 29 con la cena di gala al Casinò di Sanremo.

«Un’occasione unica per presentare a un pool qualificato di addetti ai lavori – spiega il presidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria Imperia La Spezia Savona, Luciano Pasquale – quanto di meglio la Riviera di Ponente e la Liguria sanno offrire, dai borghi storici, alle aziende olearie e vitivinicole. Il mercato russo potrebbe offrire grandi opportunità al mondo produttivo e a un turismo di qualità, attento al profondo legame tra località suggestive, arte e buon cibo. Sono viaggiatori interessati al mare, alle località della costa e ai borghi dell’entroterra, allo shopping, alla vacanza attiva e naturalmente alla gastronomia. Fondamentale quindi mettere in contatto diretto gli operatori».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.