La Borsa di Milano apre invariata con il primo Ftse Mib a 21.151 punti, ma poi imbocca un leggero trend negativo. Tra i titoli in evidenza Juventus (+4,94%), Amplifon (+3,46%) e Tenaris (+3,45%). In calo Pirelli (-2,39%) e Moncler (-1,93%).

Apertura in calo per le Borse europee. In rosso Francoforte (-0,47%), Parigi (-0,37%) e Londra (-0,18%).

Nei mercati asiatici la Borsa di Tokyo ha concluso in rialzo: +0,89%. Sui mercati cinesi, invece, pesa lo scetticismo degli investitori sulla possibilità che si arrivi a un accordo con gli Usa sul fronte dei dazi.

Sul versante macroeconomico si attende la riunione dell’Ecofin e i dati dell’inflazione dell’Eurozona e i prezzi all’ingrosso della Germania. Dagli Stati Uniti in arrivo l’indice di fiducia dei consumatori.

Le quotazioni del petrolio in rialzo con l’aumento della tensione tra Usa, Iran e Arabia Saudita. I contratti sul greggio Wti con scadenza a giugno guadagnano 23 centesimi a 63,10 dollari al barile. Il Brent sale di 18 centesimi a 72,80 dollari.

Nei cambi quotazioni dell’euro poco mosse in avvio di giornata: la moneta unica passa di mano a 1,1179 contro il livello di 1,1177 di ieri sera a New York. Nei confronti dello yen l’euro vale quota 122,54.

Avvio di seduta stabile, sotto la soglia dei 280 punti, per lo spread tra BTp e Bund. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il pari durata tedesco, si muove in avvio a 278 punti, lo stesso valore del finale di ieri. Il rendimento è al 2,69%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.