Chiudono in netto rialzo le Borse europee, in scia all’avvio brillante delle trimestrali Usa, con i conti sopra le previsioni di JpMorgan e Wells Fargo (rispettivamente 9,2 miliardi e 5,9 miliardi di dollari di utili). Eurostoxx segna +0,45%, Eurostoxx 50 +0,38%, il Cac 40 di Parigi +0,31%, il Dax 30 di Francoforte +0,54%, il Ftse 100 di Londra +0,26%.

Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All-Share a 23.910,69 punti (+0,75%) e Ftse Mib a 21.858,31 punti (+0,80%). Lo spread BtP Italia/Bund a dieci anni si è ridotto ancora, attestandosi sui 248 punti base dai 252 pb di ieri sera, soprattutto a causa delle vendite sui decennali tedeschi che hanno portato il rendimento dei Bund ben oltre lo zero (+0,06%). Il rendimento del decennale benchmark italiano è salito al 2,54% in chiusura dal 2,51% della chiusura di ieri.

A Piazza Affari Unicredit(+4,2%) ha proseguito il rally avviato ieri dalle rassicurazioni del ceo Mustier sul caso dell’inchiesta dell’Antitrust Ue e sul tema delle aggregazioni. Bene anche Banco Bpm (+4,33%) e Ubi Banca (+3,3%).

Sul Forex l’euro è tornato sopra 1,13 dollari scambiando sul finale a 1,1312 dollari (1,1253 ieri sera) e a 126,74 yen da 125,66. Stabile l’euro/sterlina a 0,8637 da 0,8621.

Il rialzo il petrolio sia a New York (64,16 dollari al barile per il Wti maggio) sia a Londra (71,5 dollari al barile).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.