Avvio poco mosso per la Borsa di Milano. Il primo Ftse Mib segna un -0,03% a 21.994 punti, poi imbocca un trend al ribasso. Tra i rialzi prevale Saipem (+0,9%), seguita da Recordati (+0,65%), in discesa Finecobank (-2,66%), Poste Italiane (-1,6%) e ancora Juventus (-1,47%).

Apertura negativa per le Borse europee. Francoforte perde lo 0,12% con il Dax a quota 12.138 punti. Parigi cede lo 0,22% con il Cac 40 a 5.551 punti. Londra segna un -0,09% con il Ftse 100 a 7.464 punti.

Nei mercati asiatici borse in rosso con Tokyo in calo (-0,84% il Nikkei) all’indomani della migliore seduta degli ultimi quattro mesi. A pesare sulla giornata le vendite su farmaceutici e tecnologia.

In agenda una serie dati macro: dalla Germania i prezzi alla produzione, in Italia ordini e fatturato industria e nel Regno Unito le vendite al dettaglio. A livello continentale in calendario pmi manifatturiero, servizi e composito. Dagli Stati Uniti, nel primo pomeriggio, attese vendite al dettaglio, richieste di sussidi di disoccupazione, pmi servizi e manifatturiero.

Prezzo del petrolio in calo: il Wti scende a 63,6 dollari al barile (-0,25%), mentre il Brent cala a 71,4 (-0,31%).

Nei cambi avvio stabile per l’euro sui mercati. La moneta unica europea viene scambiata a 1,1303 dollari (1,1301 dopo la chiusura di Wall Street di ieri). Nei confronti dello yen l’euro passa di mano a 126,45.

Avvio di seduta in lieve rialzo per lo spread BTp/Bund con il rendimento del decennale italiano che si mantiene sopra la soglia del 2,60 per cento. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il titolo tedesco di pari durata ha aperto gli scambi sul mercato secondario a 254 punti base, dai 253 punti della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è indicato al 2,63% dal 2,62% di ieri.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.