Dal primo maggio 2019 i bagagli non accompagnati fino a un massimo di 10 Kg di peso potranno essere trasportati sui bus Atp solo a fronte del pagamento del “Biglietto bagaglio” del valore di 6 euro indipendentemente dalla tratta che il bagaglio percorre.

Il biglietto dovrà essere timbrato nelle apposite obliteratrici al momento della spedizione o, nel caso ciò non fosse possibile, compilato negli appositi spazi a cura di chi effettua la spedizione. Il biglietto dovrà essere applicato in modo ben visibile sul bagaglio stesso.

Con questa novità, Atp intende mettere ordine e regolamentare un sistema di trasporto delle merci che ha una lunga tradizione per quanto riguarda il trasporto pubblico provinciale e soprattutto lo storico legame tra entroterra e costa. Perché è su questo tratto che da quando esiste il trasporto pubblico, viaggiano generi di prima necessità, ma anche oggetti e persino biciclette. Il sistema è semplice e sta tornando di moda: il mittente chiede all’autista di poter trasportare un bagaglio in una data località e alla fermata prevista c’è il destinatario che riceve il materiale. Oggi si punta a regolamentare il settore, ricordando bene che in caso di mancata presenza del destinatario, il bagaglio finirà agli oggetti smarriti: l’obiettivo, conferma l’azienda, è dare una regola fissa a un sistema di trasporto che non è mai venuto meno.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.