Verranno installate a breve nel territorio comunale di Sanremo le trappole per eliminare la processionaria, insetto pericoloso per uomini e animali. Lo annuncia il Comune di Sanremo, precisando che la fornitura era stata richiesta due settimane fa ma, per motivi logistici non è stata ancora consegnata e non è stato possibile evitare interamente le prime discese dei bruchi dagli alberi al suolo, anticipate dalle temperature eccezionalmente alte di questi giorni.

Processionaria allo stadio di farfalla

Innocua allo stadio adulto di farfalla notturna, la processionaria è molto pericolosa a quello di larva, o bruco. Le più comuni, e pericolose, sono le processionarie dei pini che si riconoscono perché camminano una dietro l’altra, come in processione, da cui il nome. Il loro dorso è coperto di peli urticanti che a contatto con la pelle di esseri umani o animali rilasciano una sostanza irritante. Gli uomini di rado entrano in contatto diretto con la processionaria: possono però essere raggiunti dai peli urticanti trasportati dal vento. In questo caso i sintomi sono eruzione cutanea dolorosa, irritazione delle vie respiratorie, vomito, e altri. Gli animali, cani e cavalli soprattutto, annusando il terreno o brucando l’erba possono inghiottire i peli urticanti o toccare l’insetto con la bocca. Rischiano di morire per diarrea emorragica o per soffocazione, causata dall’ingrossamento della lingua.

Dermatite causata da contatto con processionaria

In attesa delle trappole, in dirittura d’arrivo, da un paio di settimane il Servizio Beni ambientali del Comune ha iniziato la rimozione manuale di nidi di processionaria. L’intervento manuale però non è stato però possibile nell’area cani di San Martino: per rimuovere i nidi dai pini è necessari l’autoscala ma l’area non è accessibile a questi automezzi.

Un’ordinanza comunale impone a tutti i proprietari di aree verdi e agli amministratori di condominio che abbiano in gestione aree verdi private in territorio comunale di intervenire per contrastare la presenza di processionaria.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.