«In attesa del via libera della commissioni sul finanziamento dei 250 milioni per la certificazione e l’acquisto di quattro sistemi P1HH, emerge sempre di più la necessità di fare ripartire il P180 civile nel minor tempo possibile». Così Alessandro Vella, segretario generale Fim Cisl Liguria, al termine dell’incontro odierno sulla situazione Piaggio Aerospace. La riunione si è tenuta nella sede dell’Unione Industriali di Savona, alla presenza del commissario Vincenzo Nicastro che si è confrontato per circa 4 ore con le  organizzazioni sindacali Fim, Fiom e Uilm di Genova e Savona.

Tra le richieste avanzate al commissario Nicastro, quella di investire ulteriormente sul settore dei motori e service per far fronte ai carichi di lavoro esistenti. Inoltre, oltre a uno sforzo di carattere commerciale da parte dell’azienda, «è necessario che il governo metta in campo il rinnovo della flotta istituzionale attraverso gli strumenti necessari», sottolinea Vella.

Nel corso dell’incontro, sono state evidenziate anche le criticità del fornitore Laerh: a oggi non c’è soluzione per gli 80 lavoratori, cosa che compromette già a monte il ciclo produttivo di costruzione dei velivoli. «Necessario trovare anche una soluzione per i 31 lavoratori attualmente in cassa integrazione», ricorda Vella.

Approfondita anche la procedura di insinuazione al passivo con la quale i lavoratori diventano creditori di Piaggio Aero e le modalità operative.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.