Msc Bellissima per la prima volta a Genova: 37 scali nel 2019 e quasi 6mila turisti a settimana

Si è svolta oggi la tradizionale cerimonia del maiden call per celebrare il primo attracco della nuova ammiraglia Msc

Msc Bellissima, sedicesima nave della flotta di Msc Crociere e prima di due navi che entreranno in servizio nel 2019, è arrivata nel porto di Genova. Lo scalo ligure, porto in cui lacompagnia movimenta il maggior numero di passeggeri al mondo e che quest’anno vedrà la presenza costante di ben quattro navi di Msc Crociere, sarà il nuovo home-port di Msc Bellissima per l’intera stagione estiva.

Dopo il Battesimo avvenuto a Southampton lo scorso 2 marzo, oggi si celebra dunque il primo attracco della nuova ammiraglia e per l’occasione è stata organizzata a bordo la tradizionale cerimonia del maiden call, alla presenza del top management di Msc Crociere: presenti il presidente Francesco Zuccarino, il country manager Leonardo Massa e le principali istituzioni e autorità, tra cui il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e il sindaco di Genova, Marco Bucci, che hanno scambiato il crest con il comandante.

Msc Bellissima è quarta di 17 navi che entreranno in servizio tra il 2017 e il 2027, come previsto dal nuovo piano di crescita che vedrà triplicare a 5,5 milioni la capacità passeggeri della flotta di Msc Crociere, destinata a raggiungere le 29 unità entro il 2027. Lunga 315 metri, in grado di ospitare circa 5.700 passeggeri e con una stazza lorda pari a 171.598 tonnellate, Msc Bellissima è la più grande nave da crociera mai costruita da un armatore europeo. Grazie a dimensioni che ne facilitano la manovrabilità, la nave è in grado di attraccare in tutti i principali porti del mondo, ampliando la gamma di itinerari e destinazioni a disposizione dei passeggeri.

«Quest’anno − spiega Leonardo Massa, country manager Msc per l’Italia − la nuova ammiraglia effettuerà ben 37 scali nel capoluogo ligure, portando con sé ogni settimana circa 5.700 turisti con una capacità di spesa medio-alta e pronti a scoprire le numerose bellezze del territorio. Complessivamente, nel corso del 2019 la compagnia porterà a Genova 12 unità della propria flotta che faranno un totale di quasi 200 scali, il 12% in più rispetto al 2018, generando una movimentazione che stimiamo supererà il milione di passeggeri, pari a oltre un terzo della movimentazione di Msc Crociere in Italia».

La cerimonia di oggi rappresenta il punto di partenza del viaggio di Msc Bellissima nel Mediterraneo con crociere settimanali e imbarchi da Genova ogni domenica, per poi salpare alla volta di Napoli, Messina, La Valletta (Malta), Barcellona (Spagna) e Marsiglia (Francia). A novembre 2019 la nave si sposterà nelle acque del Golfo per la stagione invernale 2019-2020. E contemporaneamente arriverà sotto la Lanterna Msc Grandiosa, futura nuova ammiraglia e prima nave della classe Meraviglia-Plus, attualmente in costruzione nei cantieri di Saint-Nazaire.

A bordo di Msc Bellissima anche le ultime innovazioni e tecnologie: è il caso di Zoe, la prima assistente personale virtuale disponibile su una nave da crociera, presente in ogni camera e che si attiva con un semplice comando vocale rispondendo, in otto lingue, a centinaia di domande e curiosità relative alla nave e alla crociera.

C’è anche il Carousel Lounge, dove si svolgeranno due spettacoli esclusivi del Cirque du Soleil at Sea, piscine, diverse proposte di intrattenimento, 10 tipologie di cabine.

La nave è inoltre dotata delle tecnologie ambientali più innovative attualmente disponibili, tra cui un sistema all’avanguardia per la depurazione dei gas di scarico, un impianto avanzato per il trattamento delle acque reflue, sistemi che evitano lo sversamento di carburante dalle sale macchine, un sistema di trattamento delle acque di sentina e una serie di soluzioni per il risparmio energetico, dai sistemi di recupero del calore all’illuminazione a Led.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.