Mercoledì 27 marzo, a due mesi dalle elezioni europee, si terrà la manifestazione dei lavoratori dei trasporti a Bruxelles organizzata da ETF, la federazione Europea che rappresenta i sindacati del settore dei diversi Stati membri.

Le federazioni dei trasporti dei sindacati confederali italiani parteciperanno unitariamente con proprie delegazioni, alcune delle quali partiranno anche dalle quattro province della Liguria, in rappresentanza di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti. “Autotrasporto, porti, ferrovie, viabilità stradale, trasporto pubblico, trasporto marittimo, logistica e volo costituiscono ambiti nei quali operano milioni di lavoratori impegnati a connettere l’Europa, trasportando le sue merci e le sue persone”, si legge nella nota congiunta.

La campagna di ETF “Fair transport” vuole sensibilizzare i cittadini dell’Unione Europea e le sue istituzioni rispetto alla necessità di interventi comunitari a tutela dei lavoratori dei diversi settori colpiti dagli effetti provocati da dieci anni di crisi e dalle spinte liberiste che hanno prodotto dumping salariale e concorrenza al ribasso.

Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, insieme ad Etf, chiedono che “si impediscano le pratiche di concorrenza sleale che minano la qualità dei servizi e la sicurezza dei lavoratori e degli utenti. Vanno affrontate in modo risolutivo le problematiche generate, per esempio, dalla deregolamentazione dei distacchi transnazionali e dalle modifiche peggiorative dei regolamenti che presiedono la qualità del lavoro degli operatori dei diversi settori, interventi richiesti dalle imprese esposte ad eccessiva concorrenza per abbattere i costi del sistema, senza alcuna responsabilità sociale. In un contesto nazionale nel quale si fa tanto parlare di nuovi investimenti, assolutamente necessari per ammodernare le infrastrutture della nostra regione e contribuire alla ripresa e allo sviluppo del Paese, non possiamo dimenticare i diritti dei lavoratori che su quelle infrastrutture operano e la necessità di garantire ai cittadini trasporti sicuri, e non solo servizi low cost”.

“Questo sarà il metro – prosegue la nota – con il quale Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti misureranno l’agire concreto in Liguria degli operatori pubblici e privati (comunitari o cinesi che siano), e delle istituzioni, al netto delle promesse da propaganda elettorale permanente”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.